Albano, nuovo servizio al Palazzo di Giustizia: arriva la Media Conciliazione

14/10/2017   13:20

Nella mattinata di ieri, venerdì 13 otto¬bre, presso la sede distaccata di Albano Laziale del Tribuna¬le di Velletri, è st¬ata inaugurata la Ca¬mera per la Media Co¬nciliazione dell’Ord¬ine Forense, che si aggiunge alle attivi¬tà del Giudice di Pa¬ce. Alla cerimonia, oltre al Sindaco di Albano Laziale Nicola Marini e all’Avv. Stefano Armati coord¬inatore della Media Conciliazione, hanno preso la parola il Presidente dell’Ordi¬ne degli Avvocati di Velletri, Avv. Giov¬anbattista Maggiorel¬li, e il Presidente del Tribunale di Vel¬letri, Dott.ssa Mari¬ella Roberti. Presen¬ti anche le Forze de¬ll’Ordine e le Ammin¬istrazioni dei Comuni di Velletri e Fras¬cati. Sull’inizio de¬lle attività è inter¬venuto il Sindaco Ni¬cola Marini: «Il Pal¬azzo di Giustizia di Albano Laziale è pa¬trimonio collettivo, costruito con finan¬ziamento pubblico su iniziativa del Mini¬stero di Grazia e Gi¬ustizia in accordo con l’Amministrazione. Ritengo sia giusto ed opportuno che qu¬esto edificio contin¬ui ad essere al serv¬izio delle attività giudiziarie. Vorrei ringraziare l’ex Pre¬sidente del Tribunale di Velletri, Dott. Francesco Monastero, l’attuale Presiden¬te Dott.ssa Mariella Roberti, insieme al Dirigente Amministr¬ativo Dott.ssa Cater¬ina Stranieri e all’¬Ing. Vito Bruno, per aver voluto restitu¬ire al suo giusto ut¬ilizzo questa strutt¬ura. Nel rispetto del progetto originario del palazzo, in un¬’ala del piano terra, verrà trasferita la sede del Comando Associato della Poliz¬ia Locale di Albano Laziale e Castel Gan¬dolfo. La struttura inoltre potrà usufru¬ire anche della rete di fibra ottica a banda larga, messa in opera con risorse proprie dall’Amminist¬razione Comunale, ol¬tre ad avere a dispo¬sizione parcheggi ca¬pienti a poca distan¬za pedonale. Ritengo che aver riportato alla piena attività il Palazzo di Giusti-zia di Albano Lazial¬e, rappresenti un es¬empio di fattiva col¬laborazione fra dive¬rsi livelli di organi dello Stato e di corretta amministrazi¬one della cosa pubbl¬ica».