I bassi istinti di Pablo Eucharren in mostra a Palazzo Sforza Cesarini

30/10/2017   10:00

Pablo Eucharren dipinge come un bassista. Pablo Eucharren è una giovane scoperta di Arturo Schwarz, patron del dada-surrealismo. La mostra “Ritmo Barocco” è - da Marinetti a Dee Dee Ramone - un viaggio nei suoi bassi istinti musicali. Pablo Eucharren è un artista a 360°: è pennellata che batte il ritmo punk–rock, è ceramica, illustrazione, fumetto, scrittura, musica e video.
In mostra permanente a Palazzo Sforza Cesarini di Genzano fino al 2022, l’artista presenta le sue opere di pittura nate dal caos quotidiano di una creatività poliedrica che si fa arte coniugando forme e linguaggi diversi. Trova il suo massimo ispiratore nel gruppo musicale dei Ramones, al quale ha dedicato libri, tele e collage, raccontandoli anche in un documentario del 2010.
Pablo Eucharren possiede una collezione di bassi, anche rarissimi. Alcuni di questi li ha disegnati e fatti realizzare per sé.
Pablo Eucharren è indifferente agli steccati che comprimono la creatività. La ceramica è pop art – come il tappeto di fiori che aveva regalato la scorsa estate - il barocco è rock.
Il suo basso preferito è Lucifero, un’opera spiazzante.
Il basso elettrico, lo stile barocco e l’arte della ceramica, se fino a ieri potevano dirsi cose inconciliabili, con l’arte di Pablo Eucharren non lo sono più.
L’artista era stato ospite della 239° infiorata, ma in seguito il Comune di Genzano ha deciso di offrirgli la sala di Palazzo Cesarini in comodato d’uso per i prossimi tre anni.
Quindi la mostra è sempre aperta.