"Variegato - Varietà di suoni e di parole", le declinazioni dell’amore al teatro di Rocca di Papa

02/11/2017   16:37

Lo spettacolo teatrale proposto dal trio “Le capinere” è una formula innovativa di “concerto rappresentato”. Non un concerto tradizionale e nemmeno uno spettacolo musicale: è “variegato”, come dice il titolo, musica rappresentata attraverso la scena, azioni personaggi, contesti scenici e scenografici che trasfigurano in canzone. Quindi abbiamo il teatro e abbiamo la musica. Un’eco lontana dei café chantant viene sublimata e rielaborata in questo spettacolo attraverso il personaggio di Mariù che canta come se fossimo negli anni ’30 e ’40, canzoni dell’epoca pongo il pubblico al centro della scena. E quella scena è il tema, una riflessione intima e corale sul significato e il posto che occupa l’amore nella vita di ognuno. L’amore dai mille colori e tante sfaccettature, rappresentato, forgia il romanticismo, l’umorismo, il ritmo forte e travolgente delle sonorità e dei velocissimi cambi di scena.


Una scena minimale, diretta da Francesco Branchetti.
Sono tre le donne, le Capinere, che occupano la scena da protagoniste: Sara Cresta è il soprano, Maria Letizia Beneduce è la voce narrante, suona il violino e il mandolino, Fabiola Battaglini suona le percussioni, la fisarmonica ed è la seconda voce.
Il Maestro Marco Somadossi ha lavorato dietro le quinte alla consulenza musicale.
"Variegato - Varietà di suoni e di parole" di Maria Letizia Beneduce andrà in scena Domenica 5 Novembre alle ore 19.00 al Teatro Civico di Rocca di Papa.
 

.