Palestrina e la musica elettronica di Cerrone e Korvitz in anteprima mondiale

05/11/2017   10:45

Mancano 5 giorni all’evento musicale più atteso del “Palestrina attraverso i secoli". Il 10 novembre Christopher Cerrone e Toniu Korvitz presenteranno in anteprima mondiale al Teatro Principe la loro nuova composizione.
Il tema della rassegna musicale predestina finanziata dal Mibact, quest’anno, è la contaminazione.
Pertanto i  due compositori classici sul palco si cimenteranno anche col jazz. Ma sarà anche la prima volta che Cerrone e Korvitz “sperimentano” il Palestrina nelle loro opere contemporanee.
D’altra parte, la stessa musica di Palestrina, attraverso i secoli, si è mostrata versatile e ricca fonte d’ispirazione per moltissimi musicisti provenienti da tutti i generi musicali.
Per questo, il 10 novembre, alle 21.00, la sala del Teatro Principe irradierà musica da camera elettronica.
I due compositori hanno scritto per il festival di Palestrina alcuni brani che verranno eseguiti dall’Orchestra Operaia, il laboratorio sperimentale diretto da Massimo Nunzi e composto da musicisti professionisti che si definiscono “operai della musica”.
Ci sarà anche il coro della Schola Cantorum A. Belli, che proporrà “Little Jazz Mass” di Bob Chilcott e poi ancora l’Orchestra Operaia con i brani del sassofonista Leonardo Radicchi e del chitarrista Manlio Maresca.

Per superare i confini del classico e far conoscere a tutti l’opera di Palestrina e della sua scuola romana.