Feltrinelli Punta sui fumetti con Tito Faraci

07/11/2017   11:22

Nasce la collana Feltrinelli Comics. Una delle tante novità di questa Lucca Comics and Games è stata presentata ufficialmente al pubblico e alla stampa con una prima serie di titoli e di autori; da Daniel Pennac e Florence Cestac, Roberto Recchioni (Dylan Dog), Giacomo Bevilacqua (A Panda piace), Sio (Scottecs Megazine) Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (Peppino Impastato: un giullare contro la mafia) e da molti altri. Il tutto curato da Tito Farci, scrittore, sceneggiatore e fumettista. Negli ultimi anni è emerso chiaramente che uno dei pochissimi ambiti di crescita per l’editoria è proprio il fumetto, forse per il linguaggio breve diretto che usa, forse perché riesce a porre l’attenzione su un pubblico sempre più sensibile e alla costante ricerca della sperimentazione  e della novità. Il fumetto, relegato in passato alle sole edicole e fumetterie, da qualche anno ormai lo si trova sempre più frequentemente nelle librerie, nel “genere di varia” - negli scaffali dove c’è un po di tutto per intenderci - . Proprio la Feltrinelli, sempre più sensibile alle novità, ne ha dedicato, all’interno dei suoi store, un reparto specifico, “Fumetto”.
Uno dei primi titoli è “Salvezza” di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso, un progetto editoriale completamente inedito nell’ambito del fumetto, gli autori partiranno il 10 novembre sulla nave di una ONG. Saranno in viaggio per il Mediterraneo per raccontare dal loro punto di vista il fenomeno dell’immigrazione. Andranno lì di persona. Mandare gli autori sul posto significa fare vero graphic journalism. È la prima volta che una cosa del genere viene fatta in Italia. Un’altro Autore è Roberto Recchioni, disegnatore, sceneggiatore e scrittore, curatore di Dylan Dog e scrittore di due romanzi: “Ya” e “L’ammazza draghi”. “La fine della ragione” è la sua storia, una storia molto personale, in cui i novax – diciamo così – hanno vinto. Siamo in un nuovo oscurantismo. E Roberto parla anche di una sua esperienza. E quando mette sé stesso e il suo vissuto nelle sue storie scatta qualcosa in più, lo abbiamo già visto in “Mater Morbi” e “Mater Dolorosa” edito dalla “Bao”. Uno dei punti di forza di “Feltrinelli Comics” è dedicarsi completamente ad opere originali tralasciando le ristampe o i titoli esteri.


Gianni Alfonsi