Erasmus e scuola: «ti fa sentire parte di una famiglia globale»

08/11/2017   12:30

Sono le parole più calorose ed accoglienti pronunciate dal Sindaco di Genzano Daniele Lorenzon che nell’Aula magna del Liceo Scientifico Vailati ha accolto con accolto con emozione gli studenti europei arrivati nella cittadina dei Castelli Romani.
Gli studenti provenienti dagli altri paesi d’Europa  sono qui perché il liceo di Genzano ha partecipato all’Erasmus Plus, il progetto finanziato dall’UE e riservato alle scuole superiori dei paesi dell’Unione.
Col suo discorso Lorenzon ha dato slancio al valore dell’accoglienza e dello scambio interculturale e ha sottolineato l’importanza di possedere una visione aperta in quest’epoca:« La globalizzazione ci impone una visione che esula dai confini territoriali e ci porta a confrontarci ogni giorno con realtà, esperienze, tendenze e costumi diversi». Un giovane più maturo (ha 39 anni Daniele Lorenzon) si è rivolto a questi maturandi per sottolineare l’importanza del contatto umano, anche in quest’era digitale, nella quale egli stesso si riconosce, e gravata da molte crisi: «La globalizzazione ci impone una visione che esula dai confini territoriali e ci porta a confrontarci ogni giorno con realtà, esperienze, tendenze e costumi diversi. L'evoluzione tecnologica ha ovviato alle tante problematiche legate alle distanze spazio-temporali, ma per assaporare concretamente il mondo dobbiamo andare oltre lo schermo di uno smartphone. La partecipazione dei nostri giovani studenti in una rete di scuole di vari paesi europei contribuisce alla loro formazione come cittadini europei e crea nuove opportunità per la loro formazione culturale e professionale. Costruire ponti per unire culture diverse è l’unica risposta da dare in questo momento storico in cui proliferano muri, divisioni e odio. Progetti come Erasmus Plus portano avanti quei valori di integrazione, accoglienza, inclusione culturale, convivenza e vita democratica che fanno bene alla crescita della nostra Comunità.


La nostra Città è orgogliosa di partecipare a tale progetto per la crescita dei nostri giovani cittadini».
Il progetto a cui ha aderito il liceo Vailati abbraccia il tema della sostenibilità.
Studenti provenienti da Francia, Spagna, Germania e Belgio sono attualmente ospitati dalle famiglie di Genzano. Mentre i loro coetanei genzanesi in questo momento si trovano negli altri paesi europei, ospiti delle famiglie dei ragazzi che Genzano ha accolto.
Durante il progetto  gli studenti dovranno sviluppare il tema: “Sostenibilità turistica & promozione artistica e culturale del territorio”.
L’attenzione si pone dunque sul tema attualissimo della sostenibilità ma anche su quello della valorizzazione turistica, come ha ben sottolineato il primo cittadino: «Genzano ha una forte vocazione turistica che è nostra intenzione tutelare e valorizzare», e mentre s’adoperava per spiegare ciò ai ragazzi, sullo schermo dell’Aula Magna del Liceo Vailati scorrevano, tra le altre, le immagini dell’Infiorata, la tradizione folklorico-religiosa che caratterizza Genzano  e che, spiega Lorenzon «ci rende famosi in tutto il mondo e il prossimo anno raggiungerà l’importante traguardo della 240esima edizione».

Allo stesso modo il sindaco ha parlato dei luoghi simbolo della città – Palazzo e Parco Sforza Cesarini, il borgo antico, la piazza Tommaso Frasconi – anche allo scopo di promuovere una serie di «iniziative di alto livello, per mantenere ben salde le nostre tradizioni, ma al tempo stesso promuovere il rilancio complessivo della nostra città». 

.