Grottaferrata, giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza

17/11/2017   11:31

In occasione della "Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza", si terrà lunedì 20 novembre 2017 - nella Sala Polifunzionale della Biblioteca Statale dell'Abbazia di San Nilo, dalle ore 8.45 alle 13.00  - un convegno-dibattito intitolato: Educare alla città per i bambini: percorsi di cittadinanza attiva. Porteranno i saluti il Sindaco Luciano Andreotti e Federico Pompili Consigliere delegato alle politiche giovanili. 
Interverranno Aurelio Simone, già ordinario di pedagogia generale - Università di Roma "Tor Vergata", Francesco Tonucci, già ricercatore dell'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR di Roma, Umberto Crisalli, associato di ingegneria dei trasporti - Università di Roma "Tor Vergata" e Antonella Arnaboldi, dirigente scolastico - Istituto Comprensivo "San Nilo". Ci saranno anche un rappresentante dell'Istituto Comprensivo "G. Falcone", nella persona di Veronica Pavani, Presidente VJ!' Commissione consiliare permanente, e poi Veronica Torricelli, psicologa e psicoterapeuta clinica e dello sport. Presiederà e coordinerà: Mirko Di Bernardo, Assessore alle politiche scolastiche ed educative.
Come ricordavamo, il 20 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza per onorare il giorno in cui l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.


 
Secondo l'art. 5, commi 5 e 6, dello Statuto grottaferrarese, "Il Comune riconosce i principi della Convenzione
Internazionale dei diritti dell'infanzia adottata dall'ONU e sviluppa le azioni necessarie alla loro tutela. Si impegna a realizzare quanto previsto dal decreto del Ministero dell'ambiente approvato in parlamento il 3 agosto 1998, pubblicato sulla GU n. 213 del 12 settembre 1989, che istituisce il riconoscimento da assegnarsi ai comuni italiani impegnati a realizzare una città sostenibile delle bambine e dei bambini".
Il Comune riconosce anche i giovani minorenni quali protagonisti attuali e futuri della pubblica vita democratica e ne tutela la crescita fisica e morale; garantisce spazi e strutture attrezzate e promuove, in collaborazione con le famiglie e le realtà che svolgono funzioni educative, occasioni utili a favorirne l'inserimento nella vita sociale e a prevenire e superare le situazioni e i fenomeni tipici del disagio giovanile; valorizza le positive energie delle nuove generazioni in una prospettiva di educazione alla libertà, alla tolleranza e alla pace; riconosce la necessità che il sapere e la conoscenza siano posseduti e diffusi; persegue l'effettività del diritto allo studio, individuando principalmente nella scuola il luogo della crescita culturale umana e professionale degli individui e della società".
Perciò il Comune di Grottaferrata intende celebrare questa importante ricorrenza mediante un convegno - dibattito pubblico per Educare alla città (tutti) in funzione bambini e lo intitola "percorsi di cittadinanza attiva".
L'iniziativa muove dall'urgenza di ripensare la città come adatta a tutti fino ai bambini, per prepararsi ad un futuro diverso, un futuro non controllato esclusivamente dalla produzione commerciale, non dominato esclusivamente dalle automobili e neppure dominato da un inarrestabile sviluppo dei servizi e della burocrazia. Di pensare, non solo in termini ambientali ma anche sociali e pedagogici, ad una città più leggera, più semplice, nella quale tutti i cittadini contino di più e dove i bambini non siano solo considerati come l'oggetto dell'educazione, bensì vengano concepiti come il soggetto dei processi educativi.

.
Gianni Alfonsi