Aspettando il Natale ad Arsoli

19/11/2017   15:56

Nell’Alta Valle dell’Aniene, alle pendici del Colle Arsoli, sorge la ridente cittadina che Luigi Pirandello soprannominò “una piccola Parigi”. In questi giorni le 1500 anime che popolano il paese di Arsoli cominciano a prepararsi per il prossimo Natale.

Il paese che fu meta delle vacanze estive di Pirandello e set  televisivo per la miniserie sulla Baronessa di Carini, insomma, non se ne sta con le mani in mano e per il prossimo 8 dicembre, giorno della festa dell’Immacolata Concezione, aprirà il suo mercatino di creativi e artigiani per la meraviglia di abitanti e visitatori. Il 12 dicembre, nel giorno in cui il calendario liturgico la venera, Arsoli dedicherà la festa religiosa alla compatrona  Nostra Signora di Guadalupe, conosciuta anche con il nome di “Signora Vestita di Sole”. Alla Vergine Santissima la città dedicherà un inno, una preghiera speciale, una processione.


La funzione religiosa si svolgerà nella cappella dedicata alla Madonna di Guadalupe, che fu realizzata nel 1931 con le offerte della popolazione. In testa al corteo ci sarà la monumentale macchina processionale, completamente dorata, contenente l'immagine della Madonna, opera di due artisti romani, Ovidi e Ceselin, che la realizzarono nel 1856. Il 24 dicembre infine, nel giorno della vigilia, lo spirito natalizio di Arsoli esulterà attraverso iniziative e manifestazioni, la più importante delle quali è senza ombra di dubbio quella dedicata ai presepi all’aperto. 

.