Romanzo Famigliare

08/01/2018   18:00

Da questa sera in prima serata andrà in onda su Rai Uno la fiction Romanzo Famigliare, una coproduzione di Rai Fiction – Wildside, diretta da Francesca Archibugi (Mignon è partita; Il grande cocomero).
La serie si compone di 6 puntate e di ben dodici episodi e vede tra i suoi protagonisti Vittoria Puccini, Guido Caprino, Andrea Bosca, Giancarlo Giannini, Anna Galiena, Fotinì Peluso.
Micol ( Fotinì Peluso ) ha sedici anni ed è rimasta incinta di Federico ( Federico Di Raimondo), il suo insegnante di clarinetto. Anche sua madre Emma (Vittoria Puccini) era rimasta incinta di Micol quando aveva appena sedici anni e per questo si era allontanata dalla famiglia e dal padre Gian Pietro (Giancarlo Giannini).
Conosciamo meglio alcuni dei personaggi che ci faranno compagnia in queste sei serate.
Emma è una donna di trentatré anni piuttosto nevrotica e sconclusionata. Non è mai veramente cresciuta nonostante sia diventata madre a sedici anni e a ricoprire il ruolo di adulta è sua figlia Micol, che ha sedici anni e che è l’opposto della mamma. A otto anni Emma ha perso sua madre e ha scoperto che durante la malattia della donna , il padre ha avuto una relazione con la sua tata Natalia. Sin da subito la giovane è stata una ribelle e pur essendo una ricca e viziata rampolla di una facoltosa famiglia livornese, si è innamorata di un cadetto dell’Accademia Navale, Agostino (Guido Caprino), di umili origini. Quando Emma è rimasta incinta il ragazzo si è assunto le proprie responsabilità e ha sposato la giovane. Emma e Micol vivono a Roma e sono spesso da sole perché Agostino è fuori per lunghi periodi con la sua nave.

Agostino è un tenente di Vascello della Marina Militare che può trascorrere poco tempo con la sua famiglia a causa del suo lavoro. Originario del sud, di umili origini (suo padre era un manovale e la madre una donna delle pulizie) si trasferisce giovanissimo a Livorno per frequentare l’Accademia Navale e qui incontra Emma, della quale si innamorerà. Anni dopo il suocero Gian Pietro lo contatterà perché gravemente malato e con un desiderio: riavere accanto Emma e la nipote Micol, allontanate quando la figlia aveva scoperto la propria gravidanza. Agostino è quindi costretto a rinunciare al proprio ruolo di comandante di una nave e a diventare un insegnante dell’Accademia Navale di Livorno, riavvicinando così la sua famiglia a Gian Pietro. Questo sarà un enorme sacrificio che peserà sul suo rapporto con Emma.

Micol è una ragazza di sedici anni responsabile, sincera e pronta a sacrificarsi per costruirsi un futuro. La sua grande passione è la musica e si innamorerà di Federico, il suo insegnante di clarinetto. Al ragazzo mentirà fingendo di essere maggiorenne e quando scoprirà di essere rimasta incinta, non lo informerà della novità per non farlo sentire in trappola. Accettare la gravidanza non sarà facile.

Gian Pietro Liegi (Giancarlo Giannini) è il patriarca di una facoltosa famiglia ebrea, che si è trasferita a Livorno nel ‘500. Il suo carattere è autoritario e desidera gestire la vita dei propri cari, stabilendo personalmente i confini tra il bene e il male e imponendoli a se stesso e agli altri. Convive con Natalia dalla quale ha avuto un figlio di nome Jacopo, che ha riconosciuto solamente da adulto.
Dopo aver scoperto di essere affetto una grave malattia desidera avere al suo fianco la figlia ma finirà per commettere gli stessi errori del passato.

Tullia Zampi (Anna Galiena) è la ginecologa che si occuperà della gravidanza di Micol, diventando il suo punto di riferimento, diventando una sorta di psicologa e aiutandola ad affrontare il difficile rapporto con il nonno e ad accettare l’arrivo del bambino.

Andrea Bosca interpreta invece Giorgio, il figlio di un grande amico di Gian Pietro ed ex fidanzato di Emma. Dopo la morte del padre è riuscito in breve tempo a far fallire l’impresa di famiglia. Vive in solitudine con la sua tata e riesce a mantenersi grazie alla pensione di lei.

Ecco la trama della prima puntata in onda questa sera.

Emma e Micol Pagnotta vivono a Roma mentre il capofamiglia Augusto è via per lunghi periodi a causa del suo lavoro nella Marina Militare Italiana. Spinto dal suocero, l’uomo comunica alla moglie e alla figlia di aver accettato un lavoro da insegnante in Accademia Militare e che dovranno trasferirsi a Livorno. Per Emma significa dover tornare di nuovo a vivere vicino al padre Gian Pietro, un uomo autoritario che l’aveva allontanata quando era rimasta incinta a sedici anni.
Micol invece deve rinunciare agli amici e soprattutto a Federico, l’insegnante di clarinetto del quale era innamorata.
Per ribellarsi alla partenza, la ragazza decide di vivere il suo primo rapporto sessuale con Federico. Durante le prime difficile settimane a Livorno, Micol ignora i sintomi evidenti di una gravidanza.
Un giorno a scuola però ha un malore e viene trasportata in ospedale, scoprendo di essere incinta. Non trovando i genitori, i medici convocano Gian Pietro che incontra per la prima volta sua nipote.
La ragazza promette di informare i genitori ma prima fugge a Roma per incontrare Federico, che però sembra essersi fidanzato con un’altra. Micol torna a Livorno e durante una festa frequenta Valeria, una sua compagna di classe, che in quanto figlia di un collega di Agostino, è anche sua vicina di casa. Micol fa anche la conoscenza di Ivan, un suo compagno di scuola sordo, proveniente da una famiglia difficile. Sarà proprio il ragazzo a salvare Micol quando finirà in mare.
Intanto Emma cerca sua figlia in compagnia di Giorgio, il suo ex fidanzato che non vedeva da sedici lunghi anni. La donna scoprirà che sua figlia è incinta e che, avendo superato il limite di tempo legale per interrompere la gravidanza, dovrà avere il bambino.

Ci sono tutti i presupposti per una storia interessante di cui vi lasciamo una piccola anteprima della prima puntata. http://www.raiplay.it/video/2018/01/Romanzo-Famigliare-anteprima-del-primo-episodio-a6cedb6b-9d5f-411b-977d-aa300eec9278.html
 


Silvia Bucchi