Polenta di Carnevale al Mercato Contadino con gustose sorprese

07/02/2018   21:00

Sabato 10 febbraio 2018 il 'Tour della Polenta' farà tappa al Mercato Contadino Roma e Castelli Romani dove più di 30 produttori agricoli si danno appuntamento al centro commerciale Parchi della Colombo (Via C. Colombo, 1897) tutti i sabati (e una parte anche il mercoledì) per soddisfare la richiesta dei cittadini di Infernetto, Casalpalocco, Axa, Ostia e Acilia. Da un paio di anni gli organizzatori riscontrano un alto gradimento della possibilità di acquisto di prodotti alimentari freschissimi e di qualità, di filiera corta, direttamente dai produttori delle aziende agricole dei Castelli Romani, dell'agro-romano e degli altri territori del Lazio. Farm lovers e food lovers si fondono insieme con l'obiettivo di trasformare in una grande festa di comunità la spesa settimanale. In omaggio al Carnevale, frappe e castagnole in degustazione gratuita. Dalle ore 12:00 si potrà degustare la polenta, seguirne in diretta la preparazione, girata con lo spino (un robusto ramo d’albero), come si faceva una volta, in un paiolo di rame. Una tradizione portata avanti con passione fin dal lontano 1780.


Per condimento il sugo con salsicce o, per i vegetariani, broccoletti e altre verdure di stagione.

Contributo a piatto di 3,00 euro. Una polentata “fatta in casa”, nel vero senso della parola, visto che verrà preparata al mercato con tutti gli ingredienti messi a disposizione dai produttori presenti al Farmer’s Market per far arrivare nei piatti dei frequentatori del Mercato Contadino dei Parchi della Colombo una saporita fetta di “sole domestico”, che restituisce tutto il sole con cui in estate è cresciuta la pannocchia” per citare lo scrittore Carlo Castellaneta che a questo proposito scriveva così: “… la polenta non è solo vivanda; è paesaggio, memoria, offerta rituale … Né può essere consumata in solitudine poiché è cibo conviviale, da dividere in famiglia o con gli amici, perché non sopporta le piccole dimensioni, quasi vi fosse una legge non scritta tra proporzione e sapidità. E del resto già nel prepararla si sviluppa intorno al fuoco un clima di eccitazione… Nonostante il nome così poco altisonante, questo panettone dorato acquista ogni volta, appena versato sul tagliere rotondo, una forza ancestrale, uno splendore antico, una benedizione divina, come se ogni polenta arrivasse dalla notte dei tempi”. Tra i banchi del mercato, tante degustazioni tra prodotti biologici e tipici - con certificazione Igp, Dop, Doc, Docg - frutta e verdura appena raccolta, olio, vino, mozzarelle di bufala, formaggi freschi e stagionati, pane lavorato con la pasta madre, uova di galline allevate all'aria aperta e altri prodotti, tra cui confetture e marmellate, farine e legumi, dolci da forno, fiori e piante e specialità di cioccolata. Sarà un'occasione davvero gustosa e speciale per conoscere le mille opportunità di acquisto consapevole di cibi legati al territorio di consumo e scoprire le storie di vita di chi produce ed acquista il cibo. 

.