Frascati a scuola, contro il bullismo e il disordine urbano

09/02/2018   12:24

Si chiama Apiss ed è il progetto di prevenzione e d’inclusione sociale nelle scuole che il Comune di Frascati ha lanciato in collaborazione con quattro associazioni del territorio e l’istituto scolastico “Enrico Fermi”.
L’acronimo sta per “Attività di Prevenzione e Inclusione Sociale nelle Scuole” ed è stato presentato ai cittadini – presso la Sala degli Specchi di Palazzo Marconi - Presidente del Consiglio Comunale Franco D’Uffizi, l’Assessore alle Politiche Sociali Alessia De Carli, la Consigliera delegata alla Scuola Paola Gizzi, la Comandante della Polizia Locale Barbara Luciani e la Responsabile dei Servizi Sociali Cinzia Baldoni. Elaborata dalla polizia locale e dalle onlus, Centro Alfredo Rampi, Associazione Culturale Semintesta, Associazione Sostegno Donna, Associazione Panta Rei, l’iniziativa presentata punta a costruire una rete di solidarietà intorno alla scuola, a sensibilizzare anche la cittadinanza, invitandola alla cooperazione attiva allo scopo di coadiuvare il lavoro della scuola come ente primario socio-educativo, per la prevenzione di fenomeni quali il bullismo e altre forme di violenza e di discriminazione, il disordine urbano e la sicurezza stradale per i nostri ragazzi. A tale scopo, ognuna delle associazioni coinvolte gestirà in autonomia i propri progetti di intervento e divulgazione nella scuola, che nello specifico prevedono interventi di mediazione sociale e culturale, poi “Stradalandia” - autoprotezione e educazione civica a misura di bambino -, il potenziamento della Life Skill negli adolescenti e la loro alfabetizzazione emozionale, infine “Video Lab”: l’importanza di essere se stessi e l’Altro.
«Il progetto Apiss rappresenta un percorso unico per la sua complessità e multidisciplinarietà. L'obiettivo è quello di accompagnare ragazzi di ogni ordine e grado scolastico, verso una migliore consapevolezza delle proprie responsabilità, attraverso l'esperienza e la riflessione sul significato di cittadinanza, di sicurezza e di convivenza civile». Questo il commento dell’Assessore alle Politiche Sociali Alessia De Carli che ringraziando i colleghi - il Presidente del Consiglio Comunale Franco D’Uffizi, la Consigliera delegata Paola Gizzi - e la Polizia Locale, ha riservato un ringraziamento particolare al tenente Di Mattia, ai Servizi Sociali e alle associazioni che hanno reso possibile il progetto Apiss.
La Consigliera delegata alla Scuola Paola Gizzi apprezza soprattutto il fatto che il progetto coinvolga «tutto il mondo della scuola, dalla primaria alle superiori, creando un’importante continuità e conducendo i giovani fino quasi all’ingresso dell’età adulta. Questo consentirà di formare cittadini consapevoli, più attenti alle relazioni interpersonali e capaci di situarsi nella società in modo positivo», in un momento storico in cui tali problemi sono particolarmente sentiti e si è impegnati in un importante lavoro di formazione e di prevenzione pensando al futuro della nostra società.