Trail del Bosco Sacro

15/03/2018   15:20

Torna a Nemi Il 18 marzo la terza edizione del Trail del Bosco sacro, che sempre più si afferma tra gli atleti per la bellezza del tracciato interamente boschivo, i scorci mozzafiato che si presentano e il per il servizio offerto altamente qualificato in tutti i suoi aspetti e specialmente sulla sicurezza. Imponente la macchina organizzativa con Ivan del Mastro( Ircot ) e i suoi uomini a coordinare i Volontari della croce rossa, i Parà della Folgore, la protezione civile, i boy scout di Genzano Agesci1, e gli associati della ASD Città Castelli Romani organizzatrice dell’evento sportivo. La terza edizione si presenta ricca di novità, saranno premiati i primi tre assoluti M/F, e con i premi di categoria M/F 35, 40, 45, 50, 55, 60, 65, 70. Mini corsa per bambini nel centro del paese e passeggiata ludica motoria di 4,5 km aperta a tutti, animali compresi. In più questo evento è inserito nel circuito ‘’Trail Lazio’’ che comprende circa 12 gare comprese in tutto il 2018 dove si concorre a squadre. Il Trail Del Bosco Sacro nasce dall'idea di due persone, nella figura di Carlo Massa e Andrea Diamanti, uno sportivo e un appassionato di storia e cultura locale, assidui frequentatori di queste zone e amanti della natura che hanno applicato a questo Trail una formula unica che vede l’amministrazione del Comune di Nemi e il Sindaco Alberto Bertucci a concedere il prestigioso e unico al mondo titolo di Rex Nemorensis al vincitore, ovvero il titolo e la corona di Re del Bosco Sacro. Il tracciato di  11 km, si snoda tra i lecci e i castagni del bosco sacro  intorno a Nemi, da millenni teatro di una misteriosa e ricorrente vicenda. Nei pressi di una quercia a qualsiasi ora del giorno e della notte era possibile vedere una figura che guardinga e fiera impugnava una spada nella mano destra, si guardava da un agguato che un nemico avrebbe potuto tendergli cogliendolo all’improvviso con l’intenzione di ucciderlo mediante un colpo inferto con un ramo spezzato dall’albero sacro, era un sacerdote e un re allo stesso tempo: il re-sacerdote del bosco sacro, il Rex Nemorensis! Detentore del titolo 2017 è lo specialista Emanuele Ludovisi, 34enne di Ardea che alla fine del percorso è stato incoronato secondo "Rex nemorensis. Il percorso scelto è intenso molto suggestivo – dichiara il sindaco di Nemi Alberto Bertucci e certamente adatto per un percorso definito Trail, ma allo stesso tempo mette al centro  Nemi e la sua bellezza storica e naturalistica.


Un modo diverso di promuovere questa perla del Lazio. Siamo certi - conclude Bertucci - che le centinaia di presenze già registrate lo scorso, aumenteranno.

Per le iscrizioni al Trail 2018 visitare la pagina:

 

 http://www.kronoservice.com/img/cover/2378.jpg

 

http://www.kronoservice.com/it/schedagara.php?idgara=2378 

.