Tentata rapina aggravata, violenza a Pubblico Ufficiale.Uomo sanguinante denuncia ai Carabinieri di Palestrina

17/03/2018   08:56

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Palestrina hanno arrestato due giovani prenestini per tentata rapina aggravata e resistenza e violenza a P.U.

Tutto è cominciato verso le 22 quando un 60enne del posto si è presentato in caserma sanguinante al volto e con diverse ferite, riferendo di essere stato violentemente aggredito poco prima da due giovani ragazzi nel tentativo di derubarlo. Grazie alla descrizione fornita dalla vittima, sono scattate subito le ricerche.

Le immediate indagini hanno consentito agli equipaggi dell’Aliquota Radiomobile di rintracciare e identificare, in poco tempo, gli autori dell’efferata aggressione.


I fermati, già noti ai militari dell’Arma, entrambi 25enni, e sotto l’influenza di alcol, una volta accompagnati in caserma, con una incredibile furia hanno iniziato a danneggiare le suppellettili e ad aggredire i Carabinieri, addirittura tentando di impossessarsi delle loro pistole, non riuscendoci grazie alla pronta reazione dei militari che li hanno – nuovamente - ammanettati.

La vittima, trasportata al Pronto Soccorso per le cure del caso, ha riportato diverse lesioni al capo e al volto non gravi, mentre due Carabinieri sono rimasti lievemente contusi.

Gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Rebibbia su ordine dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli. 

.