Eccidio delle Fosse Ardeatine, il ricordo di Genzano 74 anni dopo

24/03/2018   01:45

Il Sindaco Lorenzon: "Dobbiamo mantenere sempre vivo il ricordo e lottare ogni giorno per la tutela della democrazia".
In occasione del 74esimo anniversario dell'eccidio delle Fosse ardeatine, anche il Comune di Genzano di Roma celebra tale ricorrenza ricordando tutti coloro che vennero fucilati il 24 marzo 1944 in una cava sulla via Ardeatina. Per rendere omaggio a tali martiri, di cui sei nostri concittadini, il Sindaco - insieme alla Polizia locale e ad una delegazione dell'Anpi di Genzano - ha partecipato alla commemorazione tenutasi oggi a Roma al Mausoleo alla presenza del Presidente della Repubblica.
Quest'anno per la prima volta è stato scelto di celebrare la ricorrenza alle 18.00, ora in cui avvenne il massacro, e di proiettare su uno schermo le immagini delle 335 vittime leggendo a voce alta i loro nomi proprio per omaggiarli uno ad uno.
"Celebrare l'eccidio delle Fosse ardeatine significa riportare alla mente un atto vile e disumano, per mantenere sempre vivo il ricordo e lottare ogni giorno per la tutela della democrazia - ha commentato il Sindaco Daniele Lorenzon -. Tra le vittime innocenti trucidate dalla ferocia nazista ne ricordiamo in particolare sei: i nostri concittadini Bruno Annarumi, Vittorio Buttaroni, Roberto Lordi, Ettore Ronconi, Ivano Scarioli, Sebastiano Silvestri".
Durante la commemorazione sono stati deposti una corona e sette mazzi di fiori sulle lapidi dei nostri sei martiri, più una per il milite ignoto.

Per consentire la partecipazione delle scuole a tale ricorrenza, l'Amministrazione ha organizzato una seconda visita al Mausoleo - in programma per domani venerdì 23 marzo dalle ore 10.00 - grazie al prezioso supporto dell'Anpi di Genzano che offrirà ai più giovani una vera e propria visita guidata. Parteciperanno gli studenti degli Istituti superiori Pertini e Vailati e dell'Istituto Comprensivo Garibaldi.