I conti “aleatori” dell'Amministrazione Crestini

14/04/2018   14:11

Uno dei Revisori dei Conti ha dichiarato, durante la commissione bilancio, che le entrate dichiarate dall’amministrazione Crestini sono “aleatorie”, quindi instabili, basate meramente su statistiche incerte. Scrive così la Giannone ex vicesindaco del Comune roccheggiano in uno dei suoi ultimi post accusando il sindaco Crestini di essere "pieno di se come un ragazzino dispettosuccio redarguito dalle forze dell’ordine presenti in aula poiché pizzicato più volte a fare fotografie". Si è concluso ieri il consiglio comunale per l'approvazione del bilancio previsionale che ha inevitabilmente lasciato strascichi di polemiche. Già nei giorni scorsi Crestini e Boccia non si sono risparmiati, ma la Giannone non risparmia nessuno:" Un Presidente del Consiglio Comunale, Massimiliano Calcagni uscito dalla maggioranza nella scorsa seduta, poco convincente e decisamente a naso ambiguo rispetto alla passione che tirò fuori in tempi non troppo lontani quando in discussione era la sua sfiducia promossa dal Vice Presidente del consiglio Massimo Grasso. Sarebbe interessante capire qual buon proposito per i cittadini lo intratteneva in allegri scambi d'intesa con il Sindaco, impossibili da non notare! È cambiato qualcosa?", ma non risparmia neanche l'opposizione:" Una minoranza, minore per un solo numero, poco incisiva come si registra ormai negli ultimi mesi, se non fosse per l'intervento deciso di Pasquale Boccia (pensate come stiamo messi) che è stato l'unico a mettere in evidenza il clima di "minacce e pressioni" registrato non da uno ma da ben quattro membri ed ex membri dell'amministrazione comunale. Un botta e risposta che va avanti da molto tempo e, come ormai consuetudine, le reciproche accuse vengono rese pubbliche sulle rispettive pagine Facebook. Conclude il suo post con una domanda:" [..] AL SINDACO EMANUELE CRESTINI CHI GLIELO CHIEDE COME MAI SONO FINITI IN TASCA DEL MARITO DI UNA FUNZIONARIA COMUNALE SOLDI PUBBLICI PARI A 27MILA EURO? Eppure ha dichiarato ieri in Consiglio Comunale “non abbiamo i soldi nemmeno per comprare un hard disk”!