San Vito Romano: risate e scroscianti applausi per la Scuccimarra

24/04/2018   10:03

Strepitoso successo ieri sera al teatro 'Caesar' di San Vito Romano. Sul palco una travolgente e bravissima Grazia Scuccimarra che ha incantato la platea per oltre due ore con 'Chiedo i danni'. Galoppando ad un ritmo incredibile, alternato da scroscianti applausi a scena aperta, la piece ha reso impossibile trattenersi dalle risate. Il pubblico in sala era letteralmente travolto dal dinamismo e dalla fluente eloquenza dell'Artista che non ha mai smesso di sorprendere tutti presenti catalizzati solo su di lei: Grazia Scuccimarra. Quando la intervistiamo, mentre abbraccia i suoi fan, generosa come nell'intensità con cui si è concessa sul palco, è raggiante e deliziosa. "Vivo per l'emozione che si crea con il pubblico, un rapporto che si rinnova sempre e che è sempre speciale", dice e, quando le domandiamo come fa a cambiare la temperatura semplicemente entrando in scena, risponde: "Perché il pubblico va rispettato nella sua intelligenza, non si può barare con il pubblico. Quindi quando la gente in sala avverte che c'è onestà intellettuale sul palcoscenico, che c'è sincerità e generosità, perchè io sarei capace di morire sul palcoscenico pur di non deludere il mio pubblico, allora ti ripaga con tutto l'amore possibile. Questa è proprio la magia del teatro. Non sempre avviene, ovviamente; purtroppo a volte assistiamo a tanti spettacoli belli ma non vissuti con quella visceralità di sentimenti reciproci che abbiamo potuto apprezzare stasera. E poi questo Teatro è bellissimo, apprezzo e ammiro l'amore di Ulisse (il direttore artistico n.d.r.) per il teatro, tutti i sacrifici che fa per portarlo avanti in modo meraviglioso e poi il paese merita: è delizioso e vorrei che ci fosse sempre tanta gente a tutti gli spettacoli. Quando Ulisse mi chiama io volo qui, dove mi piace moltissimo tornare. Tutti quelli che lavorano al Caesar meritano di avere successo". Con questa semplicità la Scuccimarra spiega quell'alchimia unica che induce tutti, mentre vanno via, a ripetere alcune battute e riderne ancora.

Questo vuol dire essere al cospetto di un'autentica artista che sa essere tagliente ed ironica, in una parola irresistibile.

Davvero accogliente l'atmosfera del 'Caesar' : un gioiello incastonato nel verde luminoso di San Vito Romano. Ad accogliere tutti il sorriso affabile di Ulisse Marco Patrignani, l' Art Director, lui che dietro i suoi modi schietti, nasconde una grande professionalità, maturata sul campo e ben riflessa in ogni angolo dell'incantevole spazio dedicato all'arte del palcoscenico. Dotato di tutti i confort -dal comodo parcheggio gratuito fino ai molteplici servizi come il bar, il 'Caesar' è allietato anche da una lunga tavola imbandita di ghiottonerie offerte a tutti i presenti dalla solare signora Roberta Pagano che realizza, insieme ad altre provette amiche, dei gustosissimi dolci, preparati ed offerti proprio per il piacere della condivisione.


Ed è questa la grande forza del 'Caesar' la forza autentica del sapore di una promessa sincera: se vieni trascorrerai una splendida serata da tutti i punti di vista. Ecco la ricetta che spiega i numerosissimi abbonati "Sono 120" dice con orgoglio Ulisse mentre ci mostra il Teatro ariosi e in perfetto ordine.

In prima fila siede il Sindaco, il dottor Maurizio Pasquali che dichiara: "Credo molto nel progetto del Teatro Caesar, compro sempre quattro abbonamenti e mi sto appassionando davvero molto. Quando invito i miei amici da Roma li porto al Caesar e mi fanno sempre i complimenti. Come Amministrazione stiamo sostenendo il nostro Teatro comunale e siamo felici dell'investimento fatto sulla cultura. Molti sono i frequentatori abituali che vengono qui da Roma o da tanti altri centri per godersi una serata a teatro. La gestione di Ulisse lo valorizza al meglio, sempre nomi importanti e spettatori soddisfatti."

"Mi sono trovato in eredità questo gioiellino chiuso e abbiamo deciso, con i miei assessori e consiglieri, di investire sul Caesar perché il teatro è cultura. Siamo partiti affrontando le difficoltà e abbiamo trovato anche il supporto della Presidenza del Consiglio Regionale, dell'on.le Daniele Leodori che ha sempre favorito la valorizzazione del nostro Teatro. Noi ci mettiamo anche del nostro come Comune e dopo qualche difficoltà ci avviamo a contenerne le spese. Dal Teatro Caesar, oltre alla bellezza di una stagione ottima, è nata anche una cosa bellissima: ragazzi di San Vito hanno trovato ispirazione per riattivare le attività del gruppo teatrale 'I Cavon' , fondendosi con 'I Bottacci" , facendo risorgere il gusto locale e la partecipazione per il teatro. Cerchiamo di rimettere vitalità nel nostro piccolo centro".

Sindaco Pasquali, allora anche il progetto dedicato alle varie attività commerciali si inscrive in quest'ottica?

"Si, è un altro progetto per rilanciare San Vito Romano colpito, come tutta l'Italia dalla crisi commerciale che è crisi dell'edilizia, molto sentita qui. Con questa rete commerciale cerchiamo di tenere insieme i nostri artigiani, ristoratori, commercianti. Abbiamo vinto un Bando da centomila Euro finanziato dalla Regione Lazio, un bando in cui c'era molta concorrenza, e così abbiamo creato questa rete commerciale che si propone di far lavorare non solo le attività locali ma anche valorizzare, tramite l'app che abbiamo fatto, tutti i nostri prodotti tipici locali. Abbelliremo anche il nostro paese con alcuni investimenti che ci derivano dal bando, per dare sviluppo. Realizzare il progetto e vincere il bando non è stato facile: abbiamo messo insieme proprio tutti coloro che avevano un'attività, coinvolgendoli tutti e trenta, nonostante qualcuno uscisse da un'esperienza non felice. Si sta ricreando un clima di amicizia e collaborazione molto bella."

Andando via, salutiamo il Direttore Ulisse: "Sono soddisfatto: un successo garantito grazie alla Scuccimarra, un'artista con 40 anni di grande carriera."

Peccato solo che la stagione stia per terminare, il 27 maggio ci sarà l'ultimo spettacolo a cui non mancheremo come ci consiglia lo stesso Ulisse: "Per concludere la nostra stagione teatrale, l'ultima domenica di maggio avremo 'Non ci date carta bianca' con i bravissimi comici di Colorado. E poi nella prossima stagione ci sarà un'importante novità: porterò l'Operetta!". 

.
Alessandra Battaglia