L’assessore Cimino: “Rocca di Papa si schiera contro il trasferimento forzato ad ATO 6”

26/04/2018   12:07

L’8 marzo 2018 è stata pubblicata la Delibera di Giunta Regionale 56/2018, che ridefinisce il perimetro degli Ambiti Territoriali Ottimali (ATO) regionali. Con questo atto, viene ridimensionato l’ATO 2 e creato il nuovo ATO 6. Il Comune di Rocca di Papa, insieme ad altri 49 comuni, viene destinato proprio al nuovo ATO.
Si tratta, dunque, di un provvedimento che produrrà pesanti ripercussioni amministrative, ma per il quale la Regione non ha ritenuto di coinvolgere preliminarmente i comuni interessati. Un provvedimento che presenta palesi criticità, sia da un punto di vista amministrativo, sia da quello relativo alla qualità e al costo dei servizi dovuti alle centinaia di miglia di cittadini che vivono in questo ambito. Infatti, con il passaggio all’ATO 2, la tariffa dell’acqua dei comuni ATO 6 subirà un incremento del 17,6% rispetto alla tariffa applicata a quelli dell’ATO 2. Inoltre, è previsto un peggioramento della qualità dell’acqua sorgiva a favore dell’acqua proveniente dai pozzi. Non sono stati rispettati i criteri di efficienza, efficacia ed economicità della gestione, nonché l’unità del bacino idrografico contiguo, ovvero aspetti tecnici, ma che devono essere obbligatoriamente rispettati per garantire i servizi al cittadini. Per di più, la Corte Costituzionale (con la sentenza n. 173/2017) ha dichiarato illegittima la creazione di un ambito sub provinciale in assenza di sufficienti motivazioni. Motivazioni che la Regione non ha fornito. Per questo e per senso di responsabilità nei confronti dei cittadini, assieme ad altri 20 comuni limitrofi, abbiamo chiesto alla Regione di revocare la Delibera di Giunta n. 56/2018, ovvero il provvedimento con il quale è stato istituito l’ATO 6. Nel frattempo, durante la Conferenza dei Sindaci che si è tenuta ieri, abbiamo dato mandato all’ente d’ambito di procedere all’impugnativa dell’atto in questione presso il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR). 


comunicato stampa