Grottaferrata: 43enne muore per un calcolo, indagati 6 dottori

01/05/2018   15:40

Succede a Grottaferrata dove la giovane 43enne è deceduta dopo il trasferimento presso il Policlinico di Tor Vergata. La vittima infatti, dopo essere stata sottoposta ad una operazione che sarebbe dovuta essere di semplice routine, è invece morta. L'ipotesi di reato è di omicidio colposo. A causare la prematura dipartita della ragazza, a quanto pare, sarebbe stato il sopraggiungere di una copiosa emorragia. Si tratta di Paola Sbrogna che, nata con una grave patologia, era stata operata a Grottaferrata lo scorso 27 aprile 2018, presso l'Ini. Dopo il tragico evento la famiglia, profondamente scossa per la perdita, ha inoltrato denuncia alla Procura della Repubblica di Velletri ove è stata aperta un'inchiesta. Da quanto si apprende (fonte Corriere della Sera) sul fatto si aprirebbe uno scenario molto complesso che vede indagati ben sei medici, quelli appartenenti all'equipe che ha operato Paola. Far luce sulle dinamiche dell'intera vicenda sarà impegnativo ma consentirà di dipanare l'ingarbugliata matassa descritta dalla citata fonte. Il personale medico avrebbe infatti fornito versioni diverse rispetto all'intervento ed inoltre si farebbe riferimento ad alcuni 'imprevisti'. Valore determinante per l'esito dei chiarimenti che i familiari attendono dagli inquirenti sarà determinato dalle risposte degli esami autoptici che consentiranno di delinerare con chiarezza fatti e cause della vicenda dall'esito mortale per la signora Paola Sbrogna.