Frascati, sulla polemica della differenziata, arriva l'ordinanza

03/05/2018   20:00

Continuano i disagi e le polemiche a Frascati per l'interruzione del servizio di raccolta rifiuti che il nostro giornale, La Cicala, sta seguendo e vi aggiorniamo con una novità di pochissimi minuti fa: l'ordinanza del Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti. Per chi non avesse seguito la vicenda ricordiamo che prosegue la protesta degli addetti alla raccolta porta a porta e, insieme ai volumi della sporcizia, crescono anche quelli dei malumori e i toni degli aspri commenti. Da ieri, il servizio di raccolta dei rifiuti è stato bloccato senza dare alcun preavviso da parte dei dipendenti di Lazio Ambiente che mantengono le braccia incrociate per manifestare il proprio dissenso. La ragione che li ha indotti a questo stop lavorativo è il mancato pagamento degli stipendi di aprile 2018 da parte, appunto, della Società Lazio Ambiente. In questa situazione, mentre non si delinea ancora chiarezza nel percorso di risoluzione, una cosa è certa: sono pesanti le ripercussioni sul decoro cittadino e più gravemente sull'igiene. Agli angoli delle strade di Frascati, città meta di turismo e apprezzata per i panorami e le gradevoli passeggiate, fanno triste mostra di sè cumuli di cartacce, sacchetti che rotolano svuotandosi sul lastricato dei sampietrini ed anche gli appositi raccoglitori, strapieni, debordano lasciando cadere i rifiuti maleodoranti. Diverse le segnalazioni per la mancata -consueta- pulizia delle strade dopo il mercato. La situazione non è certo agevolata dal clima bizzarro di questo periodo in cui si alternano ore di forte calura a piogge, anche di sabbia, e vento, contribuendo a sporcare ed a rendere ancor più sgradevole la permanenza di rifiuti sul manto stradale. Purtroppo lo scenario attuale è l'ultimo atto di mesi di difficoltà che avevano indotto i lavoratori della SpA Lazio Ambiente ad impugnare carta e penna e scrivere una lettera aperta ai cittadini per informarli della situazione e scusarsi degli eventuali disagi che si sarebbero potuti verificare nel caso non si trovasse una soluzione. Nel frattempo il Primo Cittadino Roberto Mastrosanti, ben soppesando i profili della descritta situazione, è intervenuto trovando una soluzione temporanea per scongiurare il peggio. Di seguito riportiamo alcuni contenuti importanti dell'ordinanza che è stata trasmessa da pochissimi minuti.

"Ordinanza urgente per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme di gestione dei rifiuti in deroga alle disposizioni vigenti" "

la gestione del servizio di Igiene Urbana in sostituzione della Lazio Ambiente S.p.A.


" (.)

Rilevato tuttavia che la costante e progressiva crisi economico-finanziaria della società Lazio Ambiente non consente una regolare gestione del servizio in questione e la sua conseguente erogazione secondo accettabili standard qualitativi; Che tale crisi aziendale comporta, tral’altro, anche il mancato pagamento delle retribuzioni mensili del personale addetto alla gestione del servizio in questione, ragione per cui, nell’ultimo periodo, si sono verificate agitazioni sindacali e scioperi da parte dei lavoratori;" (.) , "Evidenziato che il 2.5.2018, senza alcun preavviso, si è verificato un mancato espletamento del servizio da parte degli operatori della società Lazio Ambiente S.p.A. addetti al cantiere di Frascati. Tale astensione è stata giustificata dalla mancata corresponsione della retribuzione del mese di aprile2018" (.)

"Ritenuto,pertanto,che si sta verificando una situazione di eccezionale ed urgente necessità di tutela igienico-sanitaria, per cui si deve assicurare la prestazione del servizio, superando senza indugio il blocco dello stesso; Ritenuto, altresì, che tale situazione eccezionale ed urgente richiede, non potendo altrimenti provvedere,l’emissione di un’ordinanza contingibile ed urgente per consentire il ricorso temporaneo a speciali forme digestione dei rifiuti, in deroga alle disposizioni vigenti,garantendo un elevato livello di tutela e dell’ambiente;" (.)

Pertanto il Sindaco di Frascati Roberto Mastrosanti, come si legge nell'ordinanza, ha adottato la seguente soluzione: "trasferire in via temporanea ed urgente il -servizio-, al fine di evitare grave ed irreparabile pregiudizio e nocumento alla pubblica salute, nonché l’insorgere di inevitabili inconvenienti di natura igienico-sanitaria ed ambientale alla ditta Cooperativa Sociale 29 giugno ONLUS, nella persona del legale rappresentante, Sig. Flaviano Bruno, di provvedere allo svolgimento del servizio di igiene urbana nel territorio comunale di Frascati,utilizzando i propri mezzi e conferendo i rifiuti differenziati presso gli impianti" (cit. dall'ordinanza)

.
Alessandra Battaglia