Palestrina, Tivoli e Subiaco verso un polo turistico comune

04/05/2018   18:12

Domani alle ore 17:30, appuntamento presso il prestigioso Museo Archeologicio Nazionale di Palestrina per l'interessante incontro "Verso un distretto turistico comune", iniziativa che sta intelligentemente mettendo in rete le città di Tivoli, Palestrina e Subiaco per meglio valorizzarne le bellezze ed opportunità attraverso una serie di attività di promozione e marketing turistico territoriale. Dietro questa iniziativa c'è un team di propositivi e devoti appassionati dei nostri splendidi territori che, nelle varie professionalità e ruoli che ricoprono, hanno deciso di mettere in campo le proprie esperienze per dare ancora più visibilità alle ricchezze del nostro territorio. Diverse le autorità istituzionali e le professionalità che interverranno a qualificare l'incontro.
A presiedere l'evento ci sarà Edith Gabrielli Dir. del Polo Regionale del Lazio- MiBACT, introdurrà la Prof.ssa Fiorella Tomassi Assessore alla Cultura del Comune di Palestrina. Interverranno Lorenza Bonaccorsi Assessore al Turismo della Regione Lazio, Rachele Proietti Assessore al Turismo del Comune di Subiaco ed Urbano Barberini Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Tivoli. A portare i saluti istituzionali ci saranno i due Sindaci di Palestrina e Subiaco, Adolfo De Angelis e Francesca Pelliccia. Modererà l'incontro il Dott. Giuseppe Farina quale delegato ai Progetti Europei e Ministeriali del Comune di Palestrina. Interverranno inoltre Andrea Bruciati Dir. Istituto Autonomo VaVe - MiBACT, Marina Cogotti Dir. Museo Archeologico Nazionale di Palestrina e, per ultimo ma certamente non da ultimo, l'Archeologo Andrea Fiasco. Infatti, quando lo raggiungiamo telefonicamente, apprendiamo che la propensione e generosità dell'Archeologo prenestino ha favorito la creazione insieme all'Assessore al Turismo di Subiaco Rachele Proietti dell'idea di mettere in campo iniziative volte a realizzare l'importante ed ambizioso progetto di cui verranno illustrati gli step proprio domani pomeriggio.

Dottor Andrea Fiasco, potresti illustrare in cosa consiste il progetto?

"Il Distretto Turistico Tivoli-Palestrina-Subiaco è infatti un progetto di costituzione di una rete territoriale fra i tre Comuni di Tivoli, Palestrina e Subiaco finalizzata alla progettazione e alla realizzazione di iniziative e strategie condivise di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale. Il progetto si trova oggi in una fase di costruzione. L’11 dicembre 2017 nella prestigiosa sede di Villa D’Este è stato firmato un protocollo d’intesa fra i sindaci delle tre città alla presenza del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, con il quale ha preso avvio un percorso congiunto che si concluderà con il riconoscimento del Distretto in sede regionale e successivamente a livello ministeriale. A seguire, il 22 gennaio 2018 si è svolta una presentazione del progetto presso la città di Subiaco, alla presenza degli enti e delle realtà istituzionali dell’area sublacense, mentre il prossimo 5 maggio 2018 la presentazione farà tappa a Palestrina. L’ Agenzia Regionale Turismo del Lazio, attraverso i suoi responsabili, ha affiancato in questo percorso di costituzione del Distretto Turistico i tre Comuni, partecipando attivamente ai tavoli tecnici fra i rappresentanti delle tre municipalità che da settembre 2017 proseguono a cadenza mensile. In questa fase preliminare di costituzione del percorso il progetto prevede un’attività di studio e ricerca finalizzata ad individuare strumenti adeguati atti nella seconda fase ad avviare le attività di promozione turistica, marketing turistico e marketing territoriale. Questo processo sarà condiviso all’interno di tavoli tematici, seminari, workshop, che dovranno raccogliere le diverse istanze ed esigenze provenienti dalle amministrazioni, dagli enti territoriali e dagli operatori turistici presenti sui territori."

Quali saranno le modalità di intervento che vi proponete di attuare?

"Fra le azioni che il Distretto si pone ci sono l’attuazione di interventi per la qualificazione dell’offerta turistica, quali ad esempio l’integrazione dei prodotti turistici, le iniziative promozionali in Italia e all’estero, le manifestazioni e gli eventi locali, la partecipazione a fiere, i workshop in Italia e all’estero, gli incoming, la partecipazione a progetti comunitari e l’attività congressuale; lo svolgimento di azioni di coordinamento e potenziamento degli uffici di informazione e di accoglienza dei turisti; la promozione di un’immagine unitaria e complessiva del turismo locale sui mercati nazionali ed internazionali; la progettazione di eventi e iniziative congiunte da realizzare sui tre territori. Per ciò che riguarda il marketing territoriale il Distretto intende promuovere iniziative promozionali di diffusione ed internazionalizzazione del brand, che stimolino l’interesse dei potenziali investitori nei confronti di pacchetti localizzativi del territorio provinciale".

Le tre Città protagoniste del progetto dispongono di un pregevole patrimonio culturale e paesaggistico, in che modo la vostra iniziativa li valorizzerà?

"Il Distretto Turistico Palestrina-Tivoli-Subiaco intende promuovere iniziative rivolte anche alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio culturale e del paesaggio dei tre territori attraverso iniziative congiunte che consentano di rafforzare la coscienza del pubblico e delle istituzioni nei confronti di questo territorio, ma anche a dare una risposta congiunta nei confronti del degrado urbano e anche di fronte a tentativi di aggressione sconsiderata dei beni paesaggistici di quest’area. Al contempo intende stimolare azioni volte alla costruzione di una identità comune ai tre luoghi e allo sviluppo di una progettualità che migliori la mobilità sui tre siti, finalizzata ad offrire un più adeguato servizio per il pubblico di turisti che intende venire a visitare il territorio del Distretto. Le tre municipalità riunite all’interno del Distretto Turistico intendono collaborare proficuamente con il Polo Museale del Lazio e l’Istituto Autonomo VaVe, i due importanti rappresentanti del Ministero presenti sul territorio e con le Comunità Montane e tutte le altre importanti istituzioni culturali dell'area. Questa collaborazione sarà strategica per il futuro di questo progetto, poiché rappresenta un valore aggiunto sotto il profilo scientifico, organizzativo e nel più ampio ambito della valorizzazione del patrimonio culturale."

 


Alessandra Battaglia