Sara Firentino presenta il suo nuovo libro ”#leggera come una piuma”

13/05/2018   09:06

Sara Firentino presenta il suo nuovo libro ”#leggera come una piuma” edito da “Pathos Edizioni” che a giorni sarà disponibile presso la libreria Adeia di Grottaferrata, Una parte del ricavato aiuterà bimbi in difficoltà.?Beatrice Naso, la protagonista del libro, è una bambina affetta da un rarissimo male che imprigiona il suo corpicino “in questa armatura che lentamente e crudelmente mi ha portata ad oggi a vivere come una statua”. Bea nell'ultimo anno ha lottato come una leonessa contro la sua malattia (unico caso al mondo: le sue articolazioni molli si sono totalmente calcificate rendendola una statua) che più volte l'ha portata in pericolo di vita, ma la sua esemplare forza reattiva le ha permesso fino ad ora di superare tutte le crisi. Fino ad ora, perché il 14 febbraio è volata in cielo. Il caso fu ripreso da giornali e reti televisive nazionali, prima fra queste Mattino Cinque che si ripropose di raccontare tutti i giorni la storia di Bea al fine di toccare il maggior numero di persone e riuscire ad arrivare ad un luminare in grado di dare qualche risposta ed aprire a qualche speranza di cura medica. Ma la fine che tutti che tutti sognavamo per la favola di Bea purtroppo non è arrivata. Quello stregone che doveva arrivare al castello per mettersi subito a curare la Principessa non è arrivato per spezzare la maledizione, anzi prima si è preso la sua mamma e poi pentendosi di averla lasciata senza l’amore della sua mamma ha fatto sì di farle ricongiungere nel giorno dedicato all’amore San Valentino e Bea finalmente non è più prigioniera del suo corpo, ma leggera come una piuma.


“#Leggera come una piuma” sarà presentato il 10 maggio al Salone del Libro che la zia Sara Fiorentino, sorella di Stefania, ha voluto scrivere per raccontare la seppur breve ma intensa vita di Bea “Perchè la pietra non la puoi spostare, mentre tu con un soffio hai smosso i cuori e le coscienze di ognuno di noi”. Sono state queste le parole lette in chiesa da Sara e che hanno rimbombato nella chiesa del Santo Volto e continuano a fare da boomerang sulla pagina “Il Mondo di Bea” la onlus voluta fortemente da Stefania e Alessandro Naso per sostenere la figlia e sensibilizzare la ricerca sulle patologie rare e sconosciute, e attualmente conta circa 250 mila visitatori “Il Mondo di Bea – commenta Sara – resterà in assoluto il miglior posto che io abbia mai potuto visitare. Ho scritto questo libro, dove parte dei proventi andrà in beneficenza per aiutare bambini con malattie rare così come è stata aiutata mia nipote. Un libro che parla in prima persona attraverso gli occhi di chi l’ha conosciuta ed ha avuto un legame speciale. Mi piaceva raccontare il mondo di Bea con i suoi occhi, i suoi sogni e le sue perplessità, ma anche il suo sentirsi giudicata, con mia nipote abbiamo sempre parlato di tutto ed era consapevole della sua malattia ma nonostante tutto non si è mai fatta mancare nulla, come il cantare le canzone della sua amica e cantante preferita Emma e la danza “voleva diventare una ballerina come la sua mamma e il suo papà”.

.