Arf il festival del fumetto a Roma

21/05/2018   16:20

Da venerdì 25 maggio al Mattatoio capitolino torna l'ARF: il fumetto a Roma!, il Festival ideato e organizzato da Daniele ‘Gud’ Bonomo, Paolo ‘Ottokin’ Campana, Stefano ‘S3Keno’ Piccoli, Mauro Uzzeo e Fabrizio Verrocchi.

Giunto con successo alla quarta edizione, l'evento ARF 2018 si aggiudica ancora più spazio grazie ad un padiglione in più e si arricchisce nelle rassegne e nei contenuti grazie alla presenza dei più importanti editori italiani e dei migliori autori contemporanei, attraverso mostre di grandissimo prestigio, incontri e confronti con professionisti del settore, Masterclass, Lectio Magistralis e anteprime esclusive. Quindi tutti gli appassionati e curiosi del fumetto questo fine settimana si daranno appuntamento al Mattatio di Roma per godersi un intero weekend di attivita’, dalle 10:00 alle 20:00, dal 25 al 27 maggio. L'inaugurazione è dedicata a ‘Andrea Pazienza, trent’anni senza’, la grande esposizione che – nell’anno del trentennale della sua scomparsa – celebra e finalmente riunisce le eredità artistiche e l’intera opera del più eclettico e geniale fumettista italiano di tutti i tempi (una coproduzione Arf!/Comicon, dal 25 maggio al 15 luglio 2018).

Quattro le mostre allestite per i tre giorni del Festival: Alessandro Barbucci, disegnatore per Disney Italia, co-creatore di Witch, Monster Allergy e Sky Doll e autore del manifesto Arf! 2018; lo spagnolo Jordi Bernet con ‘Il Buono, le Belle e il Cattivo’ dedicata a Tex, alle sensualissime protagoniste dei suoi fumetti (Chiara di Notte, Sarvan, Custer, Cicca) e al gangster Torpedo; il croato Danijel Zezelj, talento visionario di questo fine millennio (anche per Marvel, DC Comics, Vertigo e Image) con ‘Black Oxygen’; la personale di Francesco Guarnaccia (vincitore del Premio Bartoli 2017) ‘Ce ne sono di cose strane in questo regno’. Infine, anche la mostra dedicata alle tavole originali di Will Eisner, il padre del moderno graphic novel, che avrà luogo alla CArt Gallery di via del Gesù dal 15 maggio al 15 giugno 2018, realizzata da CArt Gallery in collaborazione con Arf!, che insieme pubblicheranno anche ArfBook, il catalogo di tutte le mostre del 2018. Tra le sezioni del Festival, anche nel 2018, riapre l’area dedicata alle opportunita’ professionali: la Job Arf!, uno spazio dove poter mostrare a editor e case editrici il proprio portfolio con idee, progetti e creatività, realizzata quest’anno grazie al contributo di RUFA – Rome University of Fine Arts. Per i più piccoli torna Arf! Kids, il luogo dedicato all’immaginario dei bambini (a ingresso gratuito fino ai 12 anni) con un ricco programma di laboratori creativi curati da alcuni dei piu’ rinomati illustratori italiani, letture ad alta voce, disegni, giochi e tanti libri a disposizione di tutti.

E per la formazione di aspiranti fumettisti e illustratori non mancheranno le Masterclass, vere e proprie classi ‘a numero chiuso’ con le superstar del fumetto italiano, per tutti coloro che vogliono imparare a scrivere, disegnare e colorare fumetti. Da venerdì a domenica saliranno in cattedra, tra gli altri, Davide De Cubellis, Mirka Andolfo e Corrado Mastantuono, oltre all’autore in mostra Alessandro Barbucci. Tre le Lectio Magistralis tenute dai tre maestri del fumetto d’autore Jordi Bernet, Altan e Enrique Breccia e gli incontri con Peter Kuper, David B, Marcello Quintanilha, Leo Ortolani, Giacomo Bevilacqua, Zerocalcare, Gipi. Come nelle precedenti edizioni tornerà la Self Arf! (ad ingresso libero e gratuito) dedicata esclusivamente al mondo delle autoproduzioni e dell’editoria indipendente, che in questa quarta edizione si arricchisce con l’importante mostra sul tema dell’autoerotismo ‘Love yourSelf (V.M. 18)’. Confermata per il secondo anno di seguito l’Artist Alley che ospitera’ i migliori autori italiani che pubblicano all’estero (esportando l’eccellenza del fumetto made in Italy), tutti presenti per disegni, dediche, stampe esclusive e commission. Dopo Emergency, Cesvi e Dynamo Camp, quest’anno il partner solidale del Festival è Amnesty International.