Palozzi:" Il Sindaco lo conosco bene, lui è un uomo di centro destra"

15/06/2018   09:41

Com era prevedibile, nelle intercettazioni telefoniche, spunta anche il caso Divino Amre.
In un dialogo tra Parnasi e Palozzi, che dall’imprenditore avrebbe ricevuto denaro in cambio del suo interessamento allo stesso progetto del nuovo stadio della Roma, intercettato dagli investigatori,è emerso così il nuovo interesse per il progetto a Marino e la particolare descrizione che l’esponente di FI fa dell’attuale sindaco pentastellato. “Ti preannuncio – dice Parnasi a Palozzi - che faremo un lavoro per trovare una sintesi con questi di Cinquestelle. Diciamo che io ritornerò pesantemente su questa operazione di Marino”. Ancora: “Bisogna trovare una sintesi sulla Convenzione, quale può essere una cosa che a loro può interessare come mediazione per far sì che il consenso ci possa essere quale è la …una mediazione politica”. Palozzi non mostra dubbi: “Lì non c’è mediazione perché sicuramente c’avrai il sindaco che sicuramente sarà disponibile a tutto. Però c’hai una buona parte della sua coalizione che se parte sta cosa lo mandano a casa…il giorno dopo…cioè lì c’è un gruppo di 5-6 consiglieri…La mediazione secondo me che ti chiederanno di togliere un po’ di cubatura”. Parnasi insiste e chiede consiglio al politico su come convincere i grillini sulla maxi lottizzazione e il consigliere azzurro insiste: “Guarda, ma il sindaco secondo me non c’ha nessun problema manco così. Io il sindaco lo conosco bene, caro amico, ogni tanto ci vediamo, lui è un uomo di centrodestra, sportivo pure nei ragionamenti, quindi non ha grandi problemi su quello. Faremo un’opera in più”. E Parnasi: “Qualunque cosa, non c’è problema”. Palozzi: “Il problema che lui c’ha là è.”. Parnasi: “Quei 4-5”.


Palozzi: “Sì, anche se hanno già preso una bastonata sulla convenzione di Giannini, lo sai no? Hanno revocato una concessione che avevo lasciato io a Giannini. A Marino lì, sulla zona del Divino Amore .ha fatto ricorso al Tar, l’ha vinto, poi ha chiesto 30 milioni di euro di danni Giannini”. A sostenere il progetto in consiglio comunale a Marino Palozzi assicura infine che sarà anche il centrodestra: “Ma io nel momento che lo faranno farò dire ai miei, che sono tutti all’opposizione, è quello che abbiamo sempre sostenuto, pronti a sostenere al Consiglio se ti mancano i numeri”. Parnasi: “Bravo, perfetto”. E Palozzi sottolinea: “Nun serve nemmeno che me lo dici”. Ma prima della “sintesi” auspicata dall’imprenditore è arrivata quella della Procura di Roma. E le iniziative di Parnasi e Palozzi si sono fermate davanti a un’ordinanza di custodia cautelare.
Palozzi quindi tira in ballo il Sindaco di Marino Carlo Colizza, ma dall'intercettazione non è chiaro a che tipo di "amicizia" si riferisse Palozzi. È noto che i dui si conoscano da anni essendo abitanti dello stesso Comune e impegnati in politica come è noto i trascorsi politici del Sindaco Colizza, in questo nulla di male; attendiamo comunque una replica da parte di Colizza.
Si preannuncia quindi l'apertura di un nouvo filone di indagini riguardanti il Divino Amore, oggetto da anni di grandi attenzioni da parte di più soggetti e forze politiche. Parnasi anche quì ha dei forti interessi sopratutto per la realizzazione di un centro commerciale tra i più grandi d'Italia.

.