Palestrina: XXI edizione del Festival del Giglietto, ce ne parla il Presidente Paolo Rosicarelli

03/08/2018   21:05

Nel pieno della prima giornata del 'Festival del Giglietto e Ghiottonerie dei Monti Prenestini ', che si sta svolgendo nel cuore del centro storico di Palestrina, abbiamo intervistato il presidente del Comitato organizzatore della manifestazione Paolo Rosicarelli per scoprire che cosa ci riserva la XXI edizione.

"Paolo, in questo terzo anno della tua presidenza alla guida del 'Comitato del Giglietto' che organizza il Festival, quali sono i punti di forza della manifestazione?"

"Sicuramente la presenza delle Gigliettare e della Slow Food Lazio sarà che sarà presente con 10 stand di prodotti che sono presidi legati alla nostra Regione. La Slow Food realizzerà delle dimostrazioni con la possibilità di fare degustazioni di giglietti ma anche di formaggi e di tantissimi altri prodotti presidio nel Lazio."

"Oltre alle degustazioni il Festival prevede anche spettacoli?"

 "Certamente, nelle tre piazze del centro storico di Palestrina ci saranno per ogni serata 3 concerti ed eventi. Quindi in piazza Santa Maria degli Angeli, in piazza della Liberazione ed in piazza Regina Margherita tutti i partecipanti potranno apprezzare prodotti di ottima qualità e contemporaneamente anche poter scegliere tra tre diversi spettacoli".
"Per quanto riguarda appunto i partecipanti al Festival di quante persone si tratta?".
"Negli ultimi anni parliamo di una media di circa 25 mila visitatori. Per lo più famiglie ma anche tantissimi giovani che si ritrovano a Palestrina per questa grande festa".

"Per i ragazzi che cosa offre il Festival anche dal punto di vista dell'intrattenimento non squisitamente -è proprio il caso di dirlo- culinario?"

"Proprio per accontentare tutti i giovani abbiamo deciso di diversificare l'offerta dell' intrattenimento musicale sviluppando quindi le serate in modo che i concerti si potessero alternare con una piazza dedicata a musica da discoteca. Questa scelta chiaramente accontenta i gusti dei ragazzi che infatti partecipano moltissimo al Festival".

"Paolo, come saranno articolate le tre giornate?" 

"Stasera discoteca, domani, venerdì, ci sarà la Cover di Biagio Antonacci, poi sabato la Cover dei Pooh. Domenica ci sarà la serata di premiazione del Festival"

"Il Festival del Giglietto ha 21 anni, il Premio Giglietto d'Oro è più giovane?"

"Esatto, lo abbiamo istituito tre anni fa.


Si tratta di una gara gastronomia che segue un regolamento incentrato sull'uso di prodotti locali e sulla realizzazione di pietanze tipiche della nostra tradizione prenestina. Il Festival prevede un primo premio, appunto il Giglietto d'Oro, un secondo premio che è il Giglietto d'Argento e infine, per il terzo classificato, il Giglietto di Bronzo"

"Chi gareggia in sfida?"

"Si sfidano tutti gli stand e a giudicarli è una commissione esterna di esperti e professionisti.
A presiedere la Giuria c'è da tre anni lo chef Angelo Fanton. A nome di tutto il Comitato ci tengo a sottolineare l'imparzialità ed il giudizio altamente professionale dei nostri tre giudici, questo è molto importante per qualificare la nostra manifestazione".

.
Alessandra Battaglia