L’8 e il 9 settembre al via “Comitato Quartieri Uniti in Festa”

06/09/2018   13:05

A pochi giorni dalla Festa del "Comitato Quartieri Uniti", incontriamo Matteo Salvatori, presidente del Comitato per saperne di più.

Matteo, da cosa nasce l'idea di realizzare questa Festa?
“Si tratta della prima edizione delle Festa perché fino all'anno scorso noi collaboravamo sempre con la parrocchia del Gesù Redentore. Poi il parroco ha deciso di fare la festa della parrocchia e noi, giustamente abbiamo deciso di fare la festa di quartiere. La Festa nasce dall'idea di aggregare e raccogliere più persone possibile che fanno parte dei nostri vasti quartieri che comprendono intorno ai 7000/8000 residenti. Infatti il Comitato Quartieri Uniti comprende tutto il territorio prenestino da via della Croce e via della Stella fino a via Vigesimo, via Boccapiana, e ancora fino a via Sterrata, via. Forma Le Mura. L'idea è quella di festeggiare davanti all'area del parcheggio antistante al Palazzetto dello Sport. Si tratta di un'area di proprietà del Comune di Palestrina. Quello spazio darà l'opportunità a tutti i cittadini che interverranno di esporre le problematiche dei nostri Quartieri Uniti proprio in un momento di festa, allegria e gioia. Sarà un modo per ascoltare le esigenze di tutti, dai più piccoli fino agli anziani che potranno liberamente parlare delle piccole grandi difficoltà dei nostri Quartieri, dalla lampadina fulminata del lampione fino alle buche.Tutte queste esigenze verranno raccolte e segnalate all'amministrazione comunale che valuterà opportunamente come intervenire. Ci tengo a sottolineare che questo è proprio il compito del Comitato: raccogliere le esigenze dei residenti e rappresentarle all'Amministrazione”.

Quindi sono questi gli obiettivi dell'iniziativa e più in generale quelli perseguiti dal Comitato?
“Si, cercare di aggregare più persone possibili. Il nostro scopo è di fare emergere attraverso il contatto di più persone dei quartieri idee e progetti per il bene comune. Potrebbe trattarsi della creazione di una nuova piazza, o la variante al piano regolatore oppure un intervento alla rete fognaria, qualunque esigenza che i residenti esprimano in modo sentito ed importante. Un esempio delle attività positive che svolge il Comitato Quartieri Uniti si è dato in modo chiaro in occasione dell'intervento di potatura degli alberi su via Pedemontana. In quel periodo il Comitato è stato molto presente dando comunicazione delle varie fasi dei lavori e cercando di agevolare la vita dei residenti e di tutti coloro che erano toccati dalla chiusura della strada”.

Dove e quando si svolgerà?
“La Festa si svolgerà sabato 8 e domenica 9 settembre a Palestrina, nel parcheggio antistante il palazzetto dello sport "Pala Iaia" di Palestrina su via Pedemontana.

Come avete organizzato l'evento?
“In occasione dei due giorni di festeggiamenti verranno organizzati tanti intrattenimenti e i giochi oltre all'allestimento di stand enogastronomici per tutti. Ci saranno spettacoli per far divertire tutti, tante bancarelle, musica e poi la diretta di Radio Onda Libera.


Ci sarà anche un momento dedicato ad un ragazzo di 27 anni, Simone Bonafede, venuto a mancare il 31 luglio scorso, era un mio caro amico e tutti desideriamo ricordarlo con affetto. Non mancherà l'area bimbi completamente gratuita ed arricchita di uno spazio gonfiabili dedicato ai più piccini”.

All'interno della manifestazione ci sarà anche "Palestrina in rosa": di che si tratta?
“E’ una marcia che abbiamo organizzato per dare il nostro contributo alla lotta contro i tumori al seno. Tutti gli iscritti alla marcia avranno in dotazione uno zainetto con tanti gadget rosa e la maglietta per la manifestazione. Si tratta di un evento a cui possono partecipare davvero tutti e poi il gruppo più numeroso riceverà un premio simbolico per l’impegno”.
Questa esperienza nuova di organizzazione in uno spazio senza servizi preesistenti come è stata?
“Non semplice perché abbiamo dovuto costruire tutto da zero, perché si tratta di un parcheggio, non c'era la cucina né i servizi. Abbiamo tagliato l'erba e realizzato tutto il necessario: i gazebo, allestito tavoli e sedie dove poter mangiare. Per tutto questo lavoro voglio ringraziare il Comune di Palestrina nella persona del Vice sindaco Manuel Magliocchetti, le Pro Loco di Palestrina e Carchitti, la Croce Rossa, il Comitato tutto, i fratelli Palamidesse che gentilmente metteranno a disposizione il prato come parcheggio della manifestazione. Voglio ringraziare il Comando di Polizia locale e l'ufficio tecnico di Palestrina. Ognuno di noi ha fatto del suo meglio, essendo in tanti, circa 30, sono sicuro che la riuscita sarà ottima”.

Vuoi aggiungere altro?
“Voglio invitare tutti i cittadini, quindi non solo i residenti dei nostri quartiere, ad intervenire nei due giorni della manifestazione. Invito anche tutti a pensare di ripristinare e creare di nuovo i comitati di quartiere anche in altre località di Palestrina perché mi ricordo che quando ero piccolo a Palestrina c'erano tante feste di quartiere, oggi invece non è più così. Capisco che organizzare una festa di quartire è un costo e comporta anche tanti impegni e sacrifici, però poi la riuscita della festa ti ripaga di tutto. Ci tengo a sottolineare che è uno strumento per incontrarsi e discutere a tu per tu del quartiere in modo da far presente l'amministrazione le diverse esigenze del nostro territorio. Nessuno più di chi vive in una strada ne conosce i bisogni ed i problemi e i comitati di quartiere sono fondamentali per avere voce e risolvere tutte le questioni cjhe più ci stanno a cuore perché impediscono ogni giorno di vivere bene e serenamente il posto dove si ha la propria casa e gli affetti”.

.
Alessandra Battaglia