Anci Lazio si rinnova: Nicola Marini alla Presidenza. Parla Nardi neoeletto in Consiglio Direttivo

21/09/2018   22:22

L'Anci Lazio è alla svolta: a registrarne la portata c'è già il forte cambiamento interno, dato dalla nuova Presidenza affidata a Nicola Marini, sindaco di Albano Laziale. A quanto pare è solo l'inizio di un nuovo corso perché dietro questa professionalità, da oggi c'è anche una nuova e numerosa squadra che sostiene anche il giovane neoeletto Gianpaolo Nardi e che punta a guidare l'Anci verso altri traguardi attraverso un cambiamento di approccio e di rapporti con le istituzioni con cui si interfaccia la prestigiosa Associazione nel suo strategico ruolo di raccolta di tutti i Comuni del Lazio.

Ad illustrare la voglia di cambiamento c'è Gianpaolo Nardi, sindaco di Castel San Pietro Romano, delizioso borgo arroccato sul Monte Ginestro. Nardi, primo cittadino sempre attivo per promuovere il territorio, evidentemente non è passato inosservato nemmeno all'interno dell'Anci che ha deciso di assegnargli un ruolo nel Consiglio Direttivo.

"Tutto è nato insieme ad altri sindaci perché volevamo proporre un rinnovamento in seno all'assemblea dell'Anci Lazio.- dichiara Nardi e prosegue: " L'idea è partita da me insieme ad Alessio Pascucci, il sindaco di Cerveteri, al quale poi si sono uniti altri 50 sindaco di tutta la Regione perché volevamo
dare un segnale di discontinuità nelle logiche di partecipazione all'organismo Anci, un segnale che interrompesse le vecchie logiche.
La nostra volontà, che abbiamo condiviso con successo, è che l'Anci deve rispettare la partecipazione dei sindaci e non le logiche di partito. E' con questo spirito che abbiamo lavorato per disegnare un nuovo volto dell'Anci in cui fossero rappresentati i sindaci non ci fosse una assegnazione partitica. Questo nuovo e numeroso fronte di sindaci mi ha chiesto di entrare a far parte del Consiglio Direttivo dell'Anci che è composto da altri 12 sindaci appartenenti alla Regione Lazio e, svolgendo una attività paragonabile alla Giunta Comunale, in Anci rappresenta il potete esecutivo".


Seguendo quell'idea, cosa è successo?

"Oggi - prosegue Nardi - durante l'assemblea regionale è stato eletto il nuovo Presidente, Nicola Marini, sindaco di Albano Laziale che sarà in carica per un anno in quanto il precedente ha terminato l'incarico amministrativo ed io sono stato inserito nel Consiglio. In effetti le mie attività inizieranno tra quindici giorni con la prima seduta" .

Sindaco Nardi, in questo nuovo incarico, quali sono gli obiettivi che intendi perseguire come membro del Consiglio Direttivo dell'Anci Lazio?

"Sicuramente porterò avanti il progetto con i tanti colleghi sindaci che mi hanno sostenuto per realizzare un rinnovamento dell'Anci e cioè un cambiamento che rilanci l'associazione perché è questo l'obiettivo con cui nasce il nostro gruppo".

In che modo?

"Dato che vengo da un piccolo Comune, Castel San Pietro, mi impegnerò con particolare cura per farmi portavoce delle peculiari istanze che appartengono ai piccoli Comuni. Nel fare questo però cercherò di trovare il modo per conciliare le esigenze dei Comuni più grandi, anche per rappresentare con riconoscenza il valore che do al supporto avuto, ad esempio, dai sindaci di Latina e Cerveteri che fanno parte del nostro nuovo gruppo di amministratori votati alla voglia di cambiare l'Anci".

Cosa vorresti modificare nel rapporto tra Anci e Regione Lazio?

"Cercherò di chiedere al Consiglio di instaurare dei tavoli con la Regione per rappresentare le problematiche che riguardano i diversi territori
del Lazio e cercare soluzioni appropriate alle diverse situazioni, specialmente per superare tutte le difficoltà che affrontiamo tutti i giorni a causa della burocrazia e in cui né i sindaci né i cittadini meritano di rimanere incastrati. Cercherò di portare la mia esperienza per migliorare questi aspetti per realizzare un alleggerimento della burocrazia a vantaggio della semplificazione risolutiva e pratica". 

.
Alessandra Battaglia