Frascati, pubblica illuminazione: inizia oggi l’era Engie

01/10/2018   17:46

Efficientamento e rinnovamento dell’intera rete comunale di Frascati. Sono questi i due nuovi concetti cardine che accompagneranno le attività di Engie, il nuovo gestore del servizio di illuminazione pubblica, a cui da oggi, lunedì 1 ottobre, è affidata l’intera rete cittadina. Grazie alla Convezione Consip, attraverso la cui adozione la Giunta Comunale nel giugno scorso aveva stabilito di affidare il servizio a Engie, si potrà intervenire su tutti i punti luce della città e sugli impianti semaforici, e ripristinare la funzionalità dei lampioni attualmente fuori uso (542 punti luce su 4096 totali).

Inoltre l’intero servizio sarà reso più efficiente e funzionale con l’introduzione di tecnologie moderne al Led. Un risultato che sarà ottenuto con finanziamenti a carico del nuovo gestore che produrrà un risparmio sui consumi di energia fino al 50%. Inoltre, saranno realizzati nuovi impianti nel Parco dell’Ombrellino, in Piazza del Gesù e di Piazza San Pietro con illuminazione artistica delle facciate della Cattedrale e della Chiesa del Gesù, nonché della Fontana monumentale di Piazza San Pietro, e sarà ripristinata l’illuminazione dell’altra Fontana monumentale del Maderno di Villa Torlonia.

Interventi questi che si aggiungono ai nuovi tratti di illuminazione pubblica nelle periferie progettati dalla amministrazione e già oggetto di affidamento, riguardanti il completamento di Via XXII Rubbia (da Via Cristiano di Magonza a Via dell’Acqua Acetosa Anagnina) e Vicolo di Grotte Maria (da Via Vanvitelli a Via della Cavona).

La decisione di procedere con l’affidamento alla società Engie, aggiudicataria del lotto in convenzione Consip, è stata assunta dopo un accurato studio sullo stato complessivo degli impianti di pubblica illuminazione, che ha evidenziato gravi criticità di tipo strutturale e tecnologico: 142 i pali e bracci della luce danneggiati e 542 corpi illuminanti (lampade) non funzionanti per limitarci alle carenze più evidenti. Per garantire un corretto funzionamento degli impianti si dovrà intervenire su molte linee di alimentazione, sostituendole o potenziandole per un totale di circa 6.


000 metri, così come si dovranno sostituire alcuni quadri di comando con nuovi componenti più moderni e efficienti. Un lavoro di squadra che ha visto impegnati direttamente diversi amministratori comunali.

La spesa annuale per la fornitura di corrente elettrica, la manutenzione ordinaria e la manutenzione straordinaria degli impianti sarà comunque inferiore agli attuali costi di gestione degli impianti di illuminazione e semaforici di Frascati. Oggi il Comune di Frascati spende € 597.989,00 circa, secondo le stime effettuate dall’Ufficio Tecnico Comunale. Con la nuova Convenzione Consip i costi annui saranno invece di € 540.000,00, ed includeranno: la sostituzione di apparecchi fuori norma non conformi alla normativa sull’inquinamento luminoso; la sostituzione dei pali di illuminazione e delle lampade con tecnologia LED; la sostituzione di lanterne semaforiche con tecnologia LED; rifacimento delle linee e dei quadri elettrici vetusti e obsoleti; l’installazione di nuovi punti luce e di sistemi di telecontrollo.
 

.