Marino, scempio in pieno Centro. I fantasmi di Palozzi e Silvagni si aggirano ancora per Palazzo Colonna

03/10/2018   09:29

Non siamo impazziti e Silvagni e Palozzi godono di ottima salute, a star male è palazzo Colonna, e vi spieghiamo il perchè
Sono molte le segnalazioni di denuncia che ci arrivano da cittadini riguardo la condizione di sporcizia e incuria del Centro Storico, complice sopratutto l’ignoranza di molti cittadini, ma si sa, lo sporco chiama sporco. Alcune foto però  hanno attirato la nostra attenzione a tal punto che abbiamo deciso di fare un po di sana ironia. Resta il fatto che a pochi giorni dalla Sagra, Palazzo Colonna, è circondato da immondizia e erbacce. Sono due le foto che hanno ispirato il titolo dell’articolo: la prima riguarda la presenza, ormai da almeno quattro anni circa, di tubi innocenti a sostituzione della balaustra sul muro di cinta, un residuo dai Tempi di Silvagni per l’ultimo restauro di Palazzo Colonna. La seconda foto invece fa riferimento ai due tronconi a Largo Oberdan, che addirittura risalgono al mercato dell’erba voluto da Palozzi, sei gazebo in legno che dopo un paio d’anni sono stati tagliati per iniziare i lavori di restauro. Continuiamo la nostra gita difronte la Sala Lepanto, una selva di erbacce che quasi sembrano piante. Alzando lo sguardo troviamo lui, un contatore imbustato, anch’esso residuo dei lavori di rifacimento, che penzola dal lampione ormai da anni. Ma l’incuria e il degrado non riguarda solo Palazzo Colonna che resta comunque il fulcro e il biglietto da visita di un Paese, ma anche alte zone del Centro Storico: gli abitanti del Castelletto, difronte il Comune, lamentano sporco, immondizia e topi ormai da molto tempo tanto che, ormai rassegnati per i continui appelli caduti nel vuoto,  si sono armati di scopa e paletta pur continuando a pagare le tasse. Negli ultimi giorni ci arrivano segnalazioni anche da Via delle Valli, gli “Ortacci” per noi marinesi; si denuncia la presenza di erbacce che addirittura ostruiscono il passaggio pedonale; per non parlare del “Terrazzone” già trattato in un precedente articolo.?Uno stato di abbandono generale quindi, che non può attribuirsi solo alla maleducazione di alcuni cittadini, ma denota, secondo noi, un completo disinteresse, non trovano altra motivazione,  da parte dell’Amministrazione per questo Comune. È difficile comprendere e giustificare la presenza da oltre tre anni di residui del passato, è difficile capire, da parte dei cittadini, come mai la società preposta al servizio di manutenzione e pulizia non svolga completamente il suo lavoro , ed è ancora più difficile da digerire il rituale di una pulizia generale a tre giorni dalla Sagra per poi lasciare il paese in completo stato d’abbandono per il resto dell’anno. Come al solito restiamo in attesa di repliche e chiarimenti.

-->


lacicala.org/home//immagini_fckeditor/43015803_1945928048821319_8407533266583683072_n.jpg" alt="" />

.

  Tag: