Gli Easter Egg più famosi del cinema

11/10/2018   11:52

Difficile andare a caccia di easter egg. Soprattutto quando siamo impegnati nella visione della pellicola. Impegnati a seguire la trama e l'azione, i dialoghi e le immagini che scorrono veloci di fronte a noi  e non ci lasciano il tempo di osservare bene. Perché gli easter egg, vale a dire contenuti nascosti all'interno di un film o di un videogioco, non solo divertono registi e sceneggiatori, ma appassionano anche milioni di patiti in giro per il mondo.
 
Andare a caccia di easter egg significa riguardarsi un film da cima a fondo con l’unico obiettivo di esclamare alla fine EUREKA! Ogni scoperta genera sempre sorpresa ed è per questo che oggi vogliamo provocare anche in voi la stessa sensazione di stupore che abbiamo provato noi al momento della scoperta di un easter egg.
 
Cominciamo con quello che ormai è un classico dell’animazione di casa Disney, “Big Hero 6” che deve il suo primo successo ai fumetti della Marvel ha appassionato un pubblico di tutte le fasce di età. È stato apprezzato anche dalla critica e al suo interno non potava mancare un easter egg; che peraltro è anche piuttosto facile individuare. È un ritratto della famiglia di Fred, uno dei nerd protagonisti del film. E suo padre altri non è che Stan Lee: mostro sacro del fumetto made in USA. Tra le sue creazioni ricordiamo Thor, I fantastici Quattro e Iron Man.


Difficile non riconoscere nel baffuto aristocratico ritratto nel quadro il geniale fumettista.
 
E dove c’è un padre c’è anche una madre e questa volta a comparire è niente di meno che la mamma di Martin Scorsese in uno dei suoi più celebri capolavori: “Quei bravi ragazzi”. Nel film uscito in Italia nel Settembre del 1990 recitano attori del calibro di Robert De Niro, Ray Liotta e Joe Pesci. E quando i protagonisti si trovano tutti attorno al tavolo del soggiorno in attesa di mangiare gli spaghetti al sugo, ecco comparire dalla cucina in perfetto italian style la mamma di Tommy DeVito. La signora DeVito altri non è che Catherine Scorsese, la madre del regista Martin. Gran bel easter egg!
 
Una menzione a parte in fatto di contenuti nascosti e curiose apparizioni merita senza dubbio l’ultimo successo di Steven Spielberg, tratto dal romanzo di Ernest Cline: “Ready Player One”. Il film è ambientato in un futuro distopico in cui il mondo virtuale di OASIS sembra essere l’unico luogo reale e libero del mondo interno. Un universo fatto di bit in cui troviamo di tutto. Interi mondi ricreati al computer, in cui parlare, volare, combattere e non da ultimo un intero satellite pieno di luci e colori dedicato ai giochi da casinò. In quest’ultimo caso, però, la realtà sembra aver superato la fantasia visto che una piattaforma di gaming online commercializzerà a breve il titolo PokerStars VR che permetterà agli appassionati di vivere in un ambiente virtuale tutta

.