Al Teatro de’ Servi in scena dal 26 al 28 novembre Cara Professoressa di Ljudmila Razumovskaja

24/11/2018   09:05

Al Teatro de’ Servi va in scena dal 26 al 28 novembre Cara Professoressa di Ljudmila Razumovskaja, una delle più affermate e interessanti scrittrici della perestrojka gorbaciovana. Il testo ha vinto nel 2003 il premio Ubu come Novità Straniera e per questa stagione viene allestito dalla Nuova Compagnia dei Giovani diretta da Marco Cavallaro. Cara professoressa è una vera e propria bomba ad orologeria. Inizia con tutte le prerogative del più comune dramma borghese, di una di quelle pièce imbellettate e flaccide, per poi attivare il conto alla rovescia che porta all'esplosione finale. Un viaggio dall’esterno verso l’interno.

Quattro ragazzi dal viso pulito, in visita dalla loro più cara professoressa, entrano intimiditi e rispettosi, con un regalo di gran lusso. Le parole più cortesi, educate, c’è aria di festa e di grande amore….


ma poi tutto si trasforma. La casa diventa un campo di battaglia fatto di colpi bassi, staffilate, parole arcigne, staffilate, parole arcigne, sguardi biechi e frasi scabrose dette in punta di fioretto. Affascinanti sono le relazioni fra i quattro ognuno rappresentativo di una tipologia di studente, e la donna, insegnante dedita e passionale, amante del proprio lavoro. Come sono cresciuti questi ragazzi? Cosa, la professoressa, è riuscita a trasmettere loro? Sullo sfondo un gap generazionale difficile da colmare e la sensazione, da parte della professoressa, che la sua generazione ha fallito.

Uno spettacolo che terrà tutti incollati alle poltrone, soprattutto studenti e insegnanti che si potranno riconoscere in questo o quel personaggio, ma tutti saranno rapiti dalle dinamiche dell’opera, dai continui colpi di scena e dalla sua evoluzione inarrestabile. I migliori ingredienti per uno spettacolo esplosivo. 

.