Riparte da Ariccia il progetto “Verso l’Associazione Europea dei Viaggi di Goethe”:

26/11/2018   17:35

Riparte da Ariccia il progetto “Verso l’Associazione Europea dei Viaggi di Goethe”: l’itinerario del Grand Tour inserito nel Meeting internazionale “All Routes lead to Rome”.

Si è svolto il 22 novembre, presso la Sala Bariatinsky di Palazzo Chigi ad Ariccia, l’incontro “Verso l’Associazione Europea dei Viaggi di Goethe”, prosecuzione del progetto nato nel 2016 in occasione del Festival “Goethe in Italia”, dedicato al bicentenario della pubblicazione del libro “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang von Goethe.
I luoghi d’Italia descritti nell’opera del grande intellettuale tedesco sono oltre settanta e costituiscono oggi un itinerario legato al “Grand Tour”, capace di tessere una trama tra gli attrattori più significativi della nostra Penisola, insieme ad altri meno noti e celebrati, borghi, luoghi di fede e vie consolari, con l’obiettivo di recuperare un rapporto tra storia e identità dei luoghi con i modelli di sviluppo compatibili con l’ambiente e il benessere delle comunità locali.
Tra le Città attraversate anche Ariccia, dove l’Amministrazione comunale ha inteso garantire il ruolo di Capofila, offrendo una sede alla costituenda Associazione Europea presso la Locanda Martorelli, gestita dall’Archeoclub Aricino Nemorense e dove è avviato il progetto “Museo del Grand Tour”: l’edificio storico, che si affaccia sulla berniniana Piazza di Corte, è testimonianza viva del periodo degli ottocenteschi viaggi culturali, frequentata da numerosi pittori e letterati, e conserva un magnifico ciclo pittorico settecentesco opera di Taddeo Kuntze.

“È imminente la nascita del nuovo soggetto associativo di respiro internazionale” – ha annunciato Federico Massimo Ceschin, segretario Generale di Cammini d’Europa, intervenuto all’incontro – “con Amministrazioni che hanno già deliberato l’adesione alla proposta di Cammini d’Europa di avviare una Associazione culturale Europea dedicata ai viaggi di Goethe. Riceviamo manifestazioni di interesse anche da Comuni e località non citate nell’opera dell’intellettuale tedesco ma interessate ad entrare in sinergia con il progetto”.
A seguire è intervenuto l’Assessore del Comune di Ariccia Elisa Refrigeri, che sta seguendo l’iter progettuale: “Siamo impegnati nel realizzare un progetto apparentemente molto ambizioso ma che è pienamente nelle vocazioni del territorio e che potrà soltanto essere rafforzato dalle sinergie con gli altri Enti locali, dalle Alpi alla Valle dei Templi in Sicilia”.



Si è espresso a riguardo anche il Sindaco di Ariccia, Roberto Di Felice: “Riteniamo sia una grande opportunità per diversificare l’offerta culturale e turistica, che possa contribuire a realizzare una stabile crescita economica e sociale attraverso l’integrazione dei molteplici e stupendi fattori naturali, paesaggistici e artistici dei Castelli Romani, del Lazio e dell’intero Paese, in una relazione costruttiva con paesi europei quali Germania, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera e Liechtenstein”.
“Oggi l’itinerario di Goethe e la Locanda Martorelli sono una realtà culturale che ci sta proiettando verso orizzonti fino a due anni fa inimmaginabili” – ha affermato Maria Cristina Vincenti, Presidente dell’Archeoclub Aricino Nemorense: “Ho creduto da subito in questo progetto strategico e quindi ringrazio il Sindaco Roberto Di Felice e il Consigliere Maurizio Ghignati che si stanno adoperando per recuperare la struttura che ospita la Locanda Martorelli, così come l’Assessore Elisa Refrigeri che sta seguendo con grande competenza le fasi attuative del progetto”.

Nell’Itinerario di Goethe sono compresi anche altri centri dei Castelli Romani come Albano Laziale, Frascati, Genzano, Rocca di Papa, Velletri, oltre a Roma e Tivoli, il cui interesse per l’itinerario è stato testimoniato dalla presenza di numerose associazioni, docenti universitari e delle scuole superiori, che hanno dato vita ad un intenso dibattito sulle prospettive locali e insieme europee del progetto.
L’evento di Ariccia era inserito nel meeting nazionale “All Routes lead to Rome” (www.routes2rome.it), evento ufficiale dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, che si è svolto dal 9 al 25 novembre a Roma e in vari luoghi d’Italia con il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati (oltre 100 partner coinvolti nella realizzazione di 40 eventi in 28 sedi diverse) con proposte di itinerari, rotte e cammini legati a cultura, ambiente, paesaggi, sport e spiritualità.

.