Borseggi "night and Day" a bordo dei mezzi pubblici della Capitale

30/11/2018   17:18

Non conosce sosta l’attività antiborseggio dei Carabinieri di Roma messa in campo giorno e notte a bordo dei mezzi pubblici, di superficie e metropolitani, della Capitale.
Nella giornata di ieri, a poche ore l’uno dall’altro, sono finite in manette 4 persone, tutte con l’accusa di furto aggravato.
Le manette sono scattate ai polsi di due cittadini colombiani di 42 e 46 anni, domiciliati nella Capitale e con precedenti, sorpresi in via Cavour, a bordo del bus della linea “87”, dove avevano appena “alleggerito” un passeggero del proprio telefono cellulare. Quando i Carabinieri della Stazione Roma Quirinale li hanno fermati, addosso ad uno dei due è stato trovato un altro smartphone risultato rubato qualche minuto prima ad una ragazza scesa dallo stesso mezzo pubblico poche fermate prima. La refurtiva è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari mentre i due ladri sono stati trattenuti in caserma in attesa del rito direttissimo.
Poco dopo, i Carabinieri del Comando Roma piazza Venezia hanno arrestato un cittadino lituano di 33 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti, subito dopo aver derubato una donna romana di 83 anni del telefono cellulare mentre stavano viaggiando a bordo del bus della linea “160” che stava percorrendo via del Corso. Anche in questo caso, i Carabinieri sono immediatamente intervenuti recuperando il telefono – che è stato restituito all’anziana vittima – e portando in caserma il ladro, dove rimane in attesa del rito direttissimo.



Nella notte, invece, i Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana sono intervenuti in piazza di Pontelungo dove una donna, resasi conto di essere stata borseggiata subito dopo essere scesa dal bus della linea “N1”, aveva chiesto aiuto al “112”. La vittima ha raccontato ai militari che poco prima, mentre si trovava sull’autobus, era stata infastidita da una persona che approfittando dell’affollamento del mezzo, le stava sempre addosso spingendola di continuo. Fornita la descrizione del sospettato, i Carabinieri si sono messi sulle tracce bus, intercettandolo in piazza di Cinecittà. Saliti a bordo, i militari hanno sorpreso il personaggio descritto dalla vittima del furto, un cittadino egiziano di 28 anni, nella Capitale senza fissa dimora e già conosciuto alle forze dell’ordine, che, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso dello smartphone della donna. Il 28enne è stato arrestato e trattenuto in caserma, anche lui rimane in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo. 

.