Albano Laziale: amministratori, cittadini e dipendenti comunali a confronto sull’anticorruzione

17/12/2018   16:15

Una settimana all’insegna del tema dell’anticorruzione presso il Comune di Albano Laziale, grazie alle iniziative promosse dall’Amministrazione Comunale e coordinate dal Segretario Generale e Responsabile della Prevenzione della Corruzione, Dottoressa Daniela Urtesi. A Palazzo Savelli si è tenuta mercoledì 5 dicembre la Giornata della Trasparenza e della Prevenzione della Corruzione, durante la quale l’Associazione Avviso Pubblico, attraverso il suo ufficio stampa Claudio Forleo, ha presentato al Consiglio Comunale e alla cittadinanza la VI^ edizione del rapporto “Amministratori sotto tiro”. Lunedì 10 dicembre è stata poi la volta del corso riservato ai dipendenti comunali, tenuto dal Dottor Antonio Cappiello, durante il quale è stato declinato il concetto di “anticorruzione intelligente” nei vari ambiti. I dipendenti hanno sperimentato la possibilità di trattare un argomento complesso con una modalità insolita e coinvolgente, riflettendo sul ruolo di ciascuno all’interno dell’organizzazione e sull’importanza del lavoro di gruppo per combattere la corruzione. Il Consigliere Comunale delegato alla Trasparenza Amministrativa, Enrica Cammarano, ha commentato: «Dobbiamo, come cittadini e come Istituzione, dare il nostro contributo alla formazione di una coscienza collettiva che risponda solo ed esclusivamente all’onestà e alla trasparenza.


Il Comune di Albano Laziale attraverso le numerose iniziative sta facendo la propria parte». Il Sindaco Nicola Marini ha aggiunto: «L’Amministrazione ha fatto significativi passi in avanti nella prevenzione della corruzione. Penso all’adozione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione, alla messa in funzione dell’ufficio Buona Amministrazione, alla progressiva informatizzazione delle procedure amministrative a vantaggio della tracciabilità delle stesse, all’adozione della piattaforma Whistleblowing per la segnalazione, anche anonima, da parte dell’utenza di eventuali anomalie. Continueremo a promuovere momenti di confronto sul tema dell’anticorruzione con le sue numerose implicazioni». 

.