Maltrattamenti all'asilo S.Giuseppe di Ariccia, quattro arresti

08/01/2019   15:23

 In tutto quattro sono le donne arrestate su disposizione del Gip del tribunale di Velletri in seguito a una indagine condotta dai carabinieri della stazione di Ariccia. Al termine dell'attività investigativa coordinata dalla locale Procura, i militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare con sottoposizione agli arresti domiciliari per le tre insegnanti e la collaboratrice, tutte di età compresa tra i 55 ed i 65 anni, ritenute responsabili di maltrattamenti di minori all’interno della struttura pubblica in cui lavoravano.
Le ordinanze sono state eseguite all’alba di questa mattina prima che le donne uscissero di casa a Velletri, Albano, Ariccia e Formia. Le indagini sono state innescate ad ottobre dalla denuncia di alcuni genitori che ipotizzavano maltrattamenti subiti dai figli e gli accertamenti eseguiti dai Carabinieri, mediante intercettazioni ambientali e riprese video, hanno permesso di constatare diversi episodi di violenza che le quattro arrestate compivano, quotidianamente, nei confronti di diversi bambini. Sul posto questa mattina è arrivato anche il colonnello Salvatore Sauco, comandante del Gruppo carabinieri Frascati, per ringraziare tutti i carabinieri della stazione di Ariccia che hanno preso parte all'operazione e per rilasciare alcune dichiarazioni ai molti giornalisti di testate nazionali presenti in via Laziale.


L'assessore alla scuola del comune di Ariccia Elisa Refrigeri, stamattina, ha incontrato le mamme e i genitori dei bambini, rassicurandoli "sulla sicurezza delle scuole del territorio dopo questa importante operazione dei carabinieri, che ha individuato alcune persone con temperamento violento che sono state assicurate alla giustizia. I bambini possono sentirsi al sicuro sia in quel plesso, che anche negli altri, dove lavorano persone oneste, serie e motivate dalla passione per i più piccoli, e che l'amministrazione comunale vigilerà sempre in tal senso". Questa mattina dopo la pubblicazione della notizia sugli organi di informazione locale, molte mamme hanno preferito prendere i figli dalla scuola materna che sta proprio affianco dei carabinieri e portarli a casa. La scuola è rimasta comunque aperta, altri bambini sono entrati tranquillamente, la direzione scolastica, si è organizzata in tal senso

.