San Vito inaugura il ‘Sentiero della Coscienza’

06/02/2019   21:18

Domenica prossima, 10 febbraio, in occasione del giorno del Ricordo, il Comune di San Vito Romano inaugurerà, alle ore 12:00, il “Sentiero della Coscienza”, un percorso che si snoda in tre tappe dedicate a commemorare le vittime innocenti dell’Olocausto, delle Foibe e di tutti i totalitarismi.

Il percorso è articolato lungo il viale interno al boschetto de “La Macchiarella”, dove una serie di epigrafi ricorderanno le vittime innocenti del XX secolo. Una scelta che va oltre le consuete commemorazioni per lasciare un’impronta indelebile che sia monito non solo per la comunità ma anche per le future generazioni.

“L’iniziativa è nata da un’idea del vicesindaco Claudio Ruggeri, una proposta subito profondamente condivisa anche da me e dall'intera Giunta” spiega il sindaco di San Vito Maurizio Pasquali e prosegue: “Abbiamo voluto ampliare il messaggio della data simbolo, il 27 gennaio, trasformando la classica giornata della Memoria in un percorso che ricorda tutte le pagine più dolorose della storia come l’Olocausto, e le Foibe. Per radicare nella coscienza collettiva questo messaggio domenica posizioneremo, non a caso, tre lapidi: una per la Shoah, un’altra per le Foibe e gli esuli e la terza pensata per ricordare tutte le vittime dei totalitarismi. Così l’ultima lapide abbiamo scelto di dedicarla, in un messaggio tangibile di solidarietà, alle decine di migliaia di vittime che hanno sofferto e soffrono anche oggi: pensando ad esempio ai gulag, alla persecuzione degli armeni e a quelle subite dai cristiani in vari paesi del mondo. Abbiamo scelto l’ambiente naturale del bosco proprio per testimoniare il legame più profondo ed ancestrale dell’uomo.


In particolare ci è piaciuta proprio l’idea di abbinare quella pace in cui ci si immerge nel bosco con la riflessione. Lì ognuno può trovare l’atmosfera giusta che stimola una riflessione verso gli errori del passato, affinché non si torni a commetterli ancora una volta”.

“Gli errori compiuti dall’uomo in nome di una presunta superiorità razziale o ideologica non vanno mai dimenticati”- aggiunge il vice sindaco Claudio Ruggeri e prosegue: “Abbiamo scelto di intitolare il sentiero alla Coscienza, proprio per richiamare quell’abilità dell’uomo di conoscere e di capire se stessi in relazione alla realtà circostante ed alle esperienze maturate. Si è inteso così riferirsi anche e soprattutto alla coscienza morale, quale capacità di distinguere il bene e il male e di agire di conseguenza”.

L’evento offrirà anche l’occasione per apprezzare la bellezza di San Vito e i suoi spazi verdi. Appuntamento alla cerimonia di inaugurazione, aperta a tutta la cittadinanza, è fissato per domenica 10 febbraio, alle ore 12:00, presso l’ingresso centrale de “La Macchiarella” a San Vito Romano.

.
Alessandra Battaglia