Laganà torna al Salone Margherita con ‘Toro Sedato’

https://www.lacicala.org/immagini_news/21-05-2019/lagana-salone-margherita-toro-sedato-600.png
09/02/2019   13:45

Dopo il debutto lo scorso 7 febbraio all’altezza delle aspettative quando si tratta dell’amato comico Rodolfo Laganà, lo spettacolo ‘Toro Sedato Reloaded’ sarà in scena nello splendido ‘Salone Margherita’, nel cuore di Roma, vicinissimo a Piazza di Spagna, fino al 3 marzo.

In questa nuova performance l’artista torna ad indossare i panni dell’indiano metropolitano tutto ‘capitolino’ più amato di tutti i tempi. Laganà ironizza tra racconti, ricordi e immaginazioni sulla complessa disciplina del far finta di non capire. Mentre Laganà illustra le varie declinazioni della filosofia del fare finta di non capire per superare le difficoltà di tutti i giorni, il pubblico si diverte e partecipa allo spettacolo in cui si passa dalla raccolta differenziata alle file al supermercato fino ai virtuosismi per evitare di pagare le tasse; insomma non c’è disciplina più antica ed efficace del fare finta di nulla, di non capire appunto. Ecco che, tra applausi e risate, si svela l’indiano che c’è in ognuno di noi proprio partendo dalla constatazione che l’espressione “fare l’indiano” è nata perché gli indiani rimanevano indifferenti quando venivano interrogati dai conquistatori Americani, non comprendendone la lingua. L’atteggiamento è però attualissimo –specie per i romani- e lo abbiamo adottato tutti almeno una volta: “E’ proprio quando abbiamo capito bene che facciamo finta de non capì…” dice il comico scatenando le risate del pubblico.

Questo nuovo lavoro porta la firma dello stesso Laganà, di Paola Tiziana Cruciani e Roberto Corradi. Ad accompagnare Laganà nel divertente show all’insegna delle battute c’è la bellissima Jacqueline Ferry, nei panni di una indiana con la voce di usignolo. E così, dopo il grande successo della scorsa stagione, Rodolfo Laganà torna al Salone Margherita, una location elegante dove poter gustare dagli stupendi palchetti anche una raffinata cena che rende speciale la serata. Ma anche per chi opti per il solo spettacolo, l’accoglienza è calorosa tanto che per tutto il pubblico, ad onorare una felice e longeva tradizione, a metà spettacolo vengono offerte (incluse nel prezzo del biglietto per lo show) gustosissime pennette, calde di forno per concedersi un break conviviale accomodandosi nell’ampia sala attigua.

Arricchiscono lo spettacolo la scenografia di Alida Cappellini e Giovanni Licheri così come le musiche originali di Sasà Flauto.

Insomma uno show da non perdere, parola di Toro Sedato: “Augh! Anzi AO’!” 


Alessandra Battaglia