Genazzano: Castello Colonna da oggi ospita ‘La Giovane Pittura’

16/02/2019   14:15

Verrà inaugurata tra poche ore la mostra ‘La Giovane Pittura’, l’evento gratuito si protrarrà fino al 31 marzo prossimo e si lega alla collezione CIAC ed al Premio Genazzano.

A sottolineare l’importanza dell’appuntamento è il Sindaco di Genazzano Fabio Ascenzi che scrive in post su facebook: “Oggi pomeriggio inauguriamo questa bellissima mostra (a cura di Francesca Tuscano) che ripercorre storia e vocazione di #Genazzano per l'Arte Moderna e Contemporanea. Lo facciamo nella maniera più gratificante ed identitaria, attraverso la valorizzazione del nostro straordinario patrimonio di opere. Vi aspettiamo ore 17.00 Castello Colonna.”

L’evento verrà ospitato all’interno del Museo Centro Internazionale d’Arte Contemporanea nel prestigioso Castello Colonna a Genazzano, in piazza S. Nicola 4.

Il “Premio Genazzano” rappresenta, nel panorama della pittura degli anni ’50, un fenomeno interessante sia per la continuità storica che ne ha caratterizzato le edizioni sia per le tendenze artistiche che vi confluirono, diventando una qualificata vetrina alternativa. Si tratta di una mostra a cadenza annuale che, eccezion fatta per il ’69, fonda il proprio elemento della continuità nel periodo tra 1953 al 1970. A caratterizzare l’impronta della manifestazione, come si apprende dai testi sin dalle prime edizioni, è l’apertura della pittura “verso le giovani generazioni degli artisti italiani” e la tensione ad una ricerca espressiva dedicata per lo più all’impegno “nei problemi e nei conflitti della realtà (politica e sociale) contemporanea”.


Una lunga esperienza ricca di un intenso pluralismo di voci espressive che oggi sono raccolte nella collezione del Centro Internazionale d’Arte Contemporanea di Castello Colonna, dando testimonianza delle esperienze più significative del figurativismo di quegli anni e le sue connessioni con quei movimenti e con le singole personalità, legati per lo più ai primi decenni del secolo.

Per tutto il pubblico che visiterà l’esposizione si offre l’occasione di percorrere, attraverso le opere di famosi artisti organizzate in ordine cronologico, un vivace percorso i momenti fondamentali del Premio ed i protagonisti che, con la loro partecipazione, ne hanno sposato gli intenti suggellando con il contesto e con i luoghi del genazzanese un rapporto privilegiato.

Ad accompagnare i visitatori saranno, per citare alcuni nomi, le opere di Antonietta Raphaël, Francesco Trombadori, Alberto Sughi, Renzo Vespignani, Ugo Attardi, Ennio Calabria, Alberto Gianquinto, Piero Guccione. Esposti anche i lavori di due delle figure più influenti dell’ultimo lustro della mostra-premio: Domenico Purificato e Dante Ricci. A completare l’esposizione anche una sintesi delle altre personalità presenti nelle diverse manifestazioni come Ernesto Treccani, Carlo Quattrucci, Valeriano Ciai e Aldo Turchiaro. Ad arricchire la Mostra una selezione di opere grafiche provenienti dalla collezione CIAC, in cui spiccano incisioni e disegni anche di Raffele Lippi, Giacomo Porzano, Lorenzo Tornabuoi. 

.
Alessandra Battaglia