A colazione con Papà all’Isola che non c’è

17/03/2019   10:43

Tanti papà si domanderanno, specie se sono papà di bimbi ancora piccoli, come festeggiare la festa del Papà questo martedì 19 marzo. Sicuramente l’idea migliore è condividere con i figli un’esperienza speciale e fuori dai soliti clichè. Al “L’Isola che non c’è”, Scuola bilingue di ispirazione montessoriana che si trova a Palestrina, in fondo a via della Colombella 109, hanno trovato un modo dolcissimo e alla portata di tutti, si chiama “A colazione con papà”. L’appuntamento ha tutto in regola quanto ad emozione e originalità per diventare l'occasione perfetta per concedersi un momento speciale da condividere con i figli tra premurose coccole e divertimento.

Sarà un'ottima ricorrenza per celebrare l'amore per i papà in modo spontaneo, semplice e divertente, e festeggiare una figura fondamentale nella vita di ogni figlio.

Ritagliarsi un po’ di tempo da trascorrere all’interno della Scuola dove i figli passano tanto tempo darà inoltre ai piccoli una nuova visione dei luoghi dove sono ogni giorno, creando tutta una serie di ricordi intensamente positivi. Insomma una soluzione davvero brillante ed anche dal profilo altamente educativo visto che saranno i piccoli da preparare la colazione personalizzata per i papà!

E una cosa è certa: come tutte le esperienze legate ai sentimenti più grandi, il prezioso regalo affettivo rimarrà un dono intatto nel cuore di entrambi, papà e figlio/figlia perchè le avventure, il tempo e le sorprese vissuti insieme ai propri figli sono parte della crescita e del reciproco arricchimento relazionale. Dedicarsi del tempo da passare insieme è infatti uno dei regali più preziosi si dovrebbero fare a tutte le persone che amiamo e a cui vogliamo bene.

L’idea che propone “L’Isola che non c’è” è semplice, proprio come i bambini, ma per questo in perfetta armonia con la loro immediatezza ed ancora più speciale e dolce.

Immaginate la faccia di un papà che, all’inizio di una qualunque giornata di lavoro, riesce a trascorrere un momento speciale proprio nella Scuola del figlioletto (o la figlioletta) dove lo troverà pronto a stupirlo con mille attenzioni! Solo immaginarlo trasmette un misto di commozione e meraviglia che riempirebbe il cuore di chiunque.


Inoltre regalare questo momento ai propri figli vuol dire anche educarli nella direzione in cui, più che sviluppare bisogni di oggetti, elaborino naturalmente lo sviluppo di desideri come quello di trascorrere del tempo in compagnia dei padri, un ruolo insostituibile per ognuno di noi.

Quindi ecco l'invito rivolto a tutti da parte de "L'Isola che non c'è": Carissimi Papà, vi aspettiamo per festeggiarvi insieme ai vostri bambini! Partecipare è facile e gratuito: basta contattare il numero 06.9535335 oppure prenotarsi presso la segreteria dell'asilo, sarete accolti con tante divertenti sorprese. 

.
Alessandra Battaglia