Sfiduciato Damiano Pucci, presidente della comunità montana

04/04/2019   18:38

É da poco ufficiale: è stata presentata da ben 26 consiglieri comunitari su 39 la mozione di sfiducia contro Damiano Pucci, Presidente della Comunità Montana dei Castelli Romani e Monti Prenestini e Sindaco attualmente in carica a Rocca Priora.

La mozione sarà probabilmente discussa nei prossimi giorni. Al posto di Damiano Pucci, i firmatari sosterranno la candidatura a Presidente di Danilo Sordi, ex Sindaco di Gallicano nel Lazio e attuale consigliere comunale.

Questi i fatti. Nei giorni scorsi già giravano voci di corridoio che anticipavano quanto in realtà si è verificato. Alle prossime amministrative a Rocca Priora, il sostegno dato da Damiano Pucci alla candidata sindaco della lista civica SiAmo Rocca Priora, ad oggi assessore all’urbanistica ed alle politiche ambientali, Anna Gentili sembrerebbe essere stato il motivo della sfiducia. Senza dubbio la spaccatura che si è creata a Rocca Priora e che vede schierati la Gentili da un lato, e gli altri consiglieri piddini a sostegno della candidatura di destra di Mario Vinci dall’altro sta avendo non pochi strascichi.

La stessa Gentili conferma: “Deve essere una campagna elettorale limpida, chiara, e all’insegna della correttezza, umana e istituzionale. La mia candidatura non va contro nessuno, è frutto di una scelta condivisa e partecipata.


Non voglio fare la guerra a nessuno se non dentro le urne per vincere questa sfida! Non è una lotta personale. Io e la mia squadra ci stiamo mettendo la faccia, l’entusiasmo e l’impegno giusto. I giochi politici non sono nelle nostre corde ed ora siamo vicini a Damiano Pucci per quanto accaduto. Damiano è una punta di diamante, un riferimento per la sua esperienza politica, per la sua indiscussa preparazione, per il suo lato umano, per quanto è riuscito a fare da Sindaco della nostra amata città e per il suo operato all’interno della comunità montana che non può certo essere messo in discussione da un giorno all’altro o dimenticato. E’ sotto gli occhi di tutti come ha lavorato fino ad oggi e sarà difficile smentirlo. Chiusa una porta deve aprirsi un portone e questo dovrà essere di nuovo quello del Comune, quello che Damiano e la nostra squadra si meritano di varcare da vincitori. Forza Damiano!”.

.