Esempio di dieta ipoglicemica: dimagrire restando in salute.

https://www.lacicala.org/immagini_news/21-05-2019/esempio-dieta-ipoglicemica-dimagrire-restando-salute-600.jpg
08/05/2019   07:00

I principi cardine di questo particolare regime alimentare, la dieta ipoglicemica, sono dei particolari tipi di carboidrati e le fibre solubili, componenti indigeribili presenti in numerosi ortaggi e verdure.

I vantaggi di questo approccio sono i seguenti: non dovrete soffrire la fame per dimagrire e la perdita di peso sarà più stabile nel tempo rispetto alle diete ipocaloriche, che rischiano di vanificare il loro effetto quando si riprende un’alimentazione normale.

Il segreto sta nello scegliere alimenti che per loro natura vengono smaltiti velocemente senza andare a aumentare i depositi di “scorta energetica” del nostro corpo. I carboidrati, anche detti “zuccheri” non sono tutti uguali: alcuni vengono assimilati velocemente, altri tendono ad essere trasformati in lipidi e ad accumularsi. Ciò è definito indice glicemico, che in questa dieta deve essere tenuto più basso possibile.

Un’alimentazione di questo tipo, oltre a prevedere l’esclusione di “zuccheri altamente glicemici”, necessita dell’introduzione nella dieta quotidiana di abbondanti porzioni di frutta e verdura (fonte di carboidrati con basso indice glicemico e fibre), proteine (i cui amminoacidi sono i famosi mattoni della vita) e grassi “buoni” (che di solito, ma non sempre, coincidono con grassi vegetali come l’olio extravergine d’oliva).

Un paio di consigli utili nell'alimentazione di tutti i giorni, prima di vedere un esempio di menù settimanale, sono quelli di cuocere la pasta al dente (l’indice glicemico infatti aumenta in relazione al tempo di cottura) e di svolgere quotidianamente dell’attività fisica (anch’essa regolatore della glicemia nel sangue).

Colazione: Latte di soia e cereali, yogurt magro (porzione piccola), 1 frutto, frutta secca (moderata quantità) un caffè.
Pranzo: Pesce bianco al vapore, insalata mista con avocado, uno yogurt e della frutta
Cena: minestra di verdura, prosciutto crudo e insalata mista.

Ogni organismo reagisce diversamente agli alimenti, per questo raccomandiamo sempre di consultare un dietologo o un medico prima di applicare le nostre diete.