Al Teatro Principe c'è un vestito a pennello per voi

https://www.lacicala.org/immagini_news/09-06-2019/al-teatro-principe-ce-un-vestito-a-pennello-per-voi-600.png
07/06/2019   09:43

Se vi state ponendo la classica domanda: “Cosa farò nel weekend?”, siamo sicure che questo articolo fa al caso vostro. Di cosa stiamo parlando? Ve lo spieghiamo subito: oggi, venerdì 7 giugno alle ore 20.30 presso il cinema teatro ‘Principe’ di Palestrina, andrà in scena per l'ultima serata 'Sarto per signora'.

La commedia francese è riproposta dalla 'Dramateach Company', un'associazione teatrale formata da giovani ragazzi provenienti dal liceo scientifico 'Paolo Borsellino e Giovanni Falcone' di Zagarolo. Le iniziative della compagna teatrale continuano nel corso del tempo a riscontrare numerosi successi grazie alle opere che portano sul palco sempre con interessanti ed originali adattamenti.

Se ciò che vi aspettate, dopo aver letto questa breve introduzione, è il solito e quasi noioso spettacolo liceale di fine anno, siete fuori pista: quello che vedrete stasera sarà un'ora e quaranta minuti di passione, dedizione... e puro divertimento.

Ci spieghiamo meglio: mercoledì 5 giugno siamo andate dietro le quinte per incontrare coloro che rendono viva questa realtà teatrale. Il loro entusiasmo verso il teatro è molto coinvolgente, talmente tanto che ci ha spiazzato data la loro giovane età. Non ci credete? Lasciamo la parola ai ragazzi con i quali ci siamo confrontate: Andrea Pittiglio, che interpreta Moulineaux e Francesco Petrassi con Bassinet.

Ragazzi, come vivete il teatro? E' un impegno oppure equivale a una partita di calcetto?

«Per noi il teatro è un impegno serio ma piacevole, tanto che speriamo diventi il nostro futuro. Sono anni che recitiamo nella compagnia che oramai per noi rappresenta una famiglia allargata».

Cosa rappresenta per voi il palco?

«Ci sentiamo a nostro agio, non avvertiamo alcuna ansia o nervosismo –risponde Francesco e prosegue- Quando capitano gli imprevisti, ad esempio, non ci sentiamo impreparati: infatti, studiando molto la parte, e preparandoci insieme ai nostri compagni, sappiamo porre subito rimedio a qualsiasi inconveniente senza che questo desti sospetto».

Andrea, è stato difficile immedesimarsi nel tuo ruolo?

«Ci riesce quasi naturale immedesimarci nella parte e capire la psicologia del personaggio che ricopriamo».

«Si, siamo molto flessibili,- prosegue Francesco- abbiamo recitato sia ruoli drammatici che non, e siamo fortunati ad avere dalla nostra parte un indispensabile aiuto che proviene dal regista, dalle professoresse e anche dai nostri compagni».

Abbiamo guadagnato la vostra fiducia ora? Bene, vi diremo di più. I ragazzi non scherzavano quando parlavano del carismatico team che li sostiene: abbiamo parlato con le professoresse che gestiscono e sono parte attiva dell'associazione teatrale. La passione di Veronica Gentile e Isabella Fusani conquisterà sicuramente anche voi.

Professoresse, quanto risulta essere vincente il connubio tra didattica e teatro?

«È senza dubbio una carta vincente. Noi siamo una scuola e il teatro nasce già in questo contesto di conseguenza gli permette di acquisire fin da subito tratti pedagogici e didattici. Pur essendo ragazzi di classi ed età differenti, ciò non risulta un ostacolo per loro. Il teatro è luogo di integrazione e accoglienza: questa esperienza aiuta i ragazzi a responsabilizzarsi e a collaborare tra loro e sono consapevoli del fatto che il loro contributo è fondamentale per il conseguimento del fine comune».

La Compagnia si occupa anche dell'aspetto sociale, vero?

«Sì, la nostra pagina Facebook 'Dramateach Company' ha una rubrica nella quale abbiamo un dialogo diretto tra gli studenti: attraverso bigliettini anonimi gli studenti manifestano le loro difficoltà e preoccupazioni. Gli studenti che si occupano di questa rubrica, attraverso dei video online, rispondono ai messaggi cercando di comprenderli e supportarli. Questo esperimento ci ha permesso di avere una visuale più ampia sulla realtà che effettivamente vivono i nostri ragazzi».

Allora cosa state aspettando? 'Sarto per signora' vi aspetta, siamo sicure che non vi deluderà e che anche voi, come noi, ne rimarrete piacevolmente sorpresi. 


Mara Bruni e Francesca Rubina Pepe