Avengers: Endgame. La conclusione di un ciclo già straordinario

https://www.lacicala.org/immagini_news/22-05-2019/avengers-endgame-la-conclusione-di-un-ciclo-gia-straordinario-600.jpg
21/05/2019   21:53


Si chiude, dopo undici anni e ventidue film, un ciclo che per gli amanti dei cinecomics è gia diventato cult. Con Endgame infatti, si ha l’impressione che tutto ciò che di buono è stato fatto dall’MCU dopo l’uscita del primo Iron Man (2008), si chiuda in modo perfetto, dando vita a numerosi nuovi possibili scenari.
È ormai palese che - pur essendo incentrati su un genere che fino a poco tempo fa veniva definito ‘’di nicchia’’- i film prodotti dal Marvel Cinematic Universe stiano scrivendo sempre di più la storia del cinema, come dimostrano gli incassi registrati dal terzo capitolo Avengers: Infinity War, e da Endgame, che in sole tre settimane si avvicina a superare il quasi ineluttabile record mondiale di incassi nella storia del cinema di Avatar.

Ciò a dimostrazione del fatto che l’ultimo capitolo Marvel non è solamente una pellicola per nerd appassionati di fumetti , ma si presta a diverse chiavi di lettura dedicate al singolo spettatore.
Per questo nelle 3 ore di proiezione non ci si annoia mai, è un film dove tutta la sfera emotiva viene coinvolta. Kevin Feige, grazie anche ad un cast d’eccellenza ed ad un’ ottima regia dei fratelli Russo, rende piacevolmente scorrevole l’ avventura dei nostri supereroi, senza però mai tralasciare il loro aspetto ‘’umano’’ che li caratterizza.


Una trama scorrevole ricca di colpi di scena

Se si è rimasti sconvolti dal finale di Avengers: Infinity War, è estremamente consigliata la visione di Endgame. Infatti i nostri eroi riproveranno a sconfiggere il temibile Thanos - con l’aiuto di Captain Marvel - senza però tralasciare colpi di scena da far mancare il fiato.
Ma oltre ad essere un film d’intrattenimento, Endgame, può essere analizzato anche attraverso la crescita e l’evoluzione dei personaggi all’interno di esso. Nella prima parte del film infatti si riconosce, rendendo omaggio alle precedenti produzioni dell’MCU, il carattere di ogni personaggio, e l’impronta dei fatti che hanno sconvolto la loro vita. La produzione è stata in grado di gestire le emozioni rendendo alcune scene molto toccanti ed altre realmente esilaranti ed è anche qui che si comprende la totalità della pellicola.

Cast eccezionale e personaggi fantastici

Per avere successo nella riuscita di questo kolossal del cinema sci-fi, i fratelli Russo, si sono serviti di un cast superbo, che facesse brillare l’idea della produzione di non tralasciare nessun personaggio, poiché ognuno è fondamentale nella riuscita dell’impresa da parte dei Vendicatori. Ciò non appare unicamente nella scena dello scontro finale, quanto in tutto il film, dove si cerca di rendere omaggio a tutte le pellicole o le serie targate Marvel prodotte in questi anni.
È spettacolare anche l’omaggio riservato agli Avengers “originali” posto nei titoli di coda, dove Robert Downey Jr e Co. vengono presentati in grande stile, un omaggio più che meritato per chi, attraverso questi blockbuster, ha scritto la storia dell’MCU. È ovviamente impossibile non citare l’ultimo cammeo di colui che è il creatore di questi supereroi, Stan Lee.
Il caso ha voluto che girasse la sua ultima comparsa in quello che fino ad ora è stato il più grande ed importante capolavoro Marvel, ed è altrettanto triste la notizia che la mente di tutto ciò non abbia potuto vedere l’opera completa prima della sua morte, come riportato da Kevin Feige su Reddit, durante un Q&A con i fan.


Un film da vedere assolutamente

Concludendo, si può dire che Avengers: Endgame è un film fantastico sotto tutti i punti di vista. Dalla fotografia, ai modernissimi costumi (sulla base dei quali si sono gia prodotte numerose linee di abbigliamento dedicate ai fan più accaniti), fino all’ immancabile colonna sonora Avengers composta da Alan Silvestri. I Russo sono quindi riusciti a produrre qualcosa di incredibile, una pellicola ricca nella trama e piena di azione, ma anche emozionante e che riesce a farsi applaudire, a far commuovere e a far divertire, milioni di spettatori nelle sale di tutto il mondo.

 

Davide Biovi