Castel Gandolfo: 21 giugno appuntamento con la “Festa della Musica”

https://www.lacicala.org/immagini_news/24-05-2019/castel-gandolfo-21-giugno-appuntamento-con-la-festa-della-musica-600.png
25/05/2019   11:30

La Pro Loco di Castel Gandolfo partecipa alla Festa della Musica che si terrà il 21 giugno 2019 a Castel Gandolfo. L’incantevole paese castellano, come tanti altri gioielli nostrani, permetterà alla musica di invadere tutte le strade, dalla periferia al centro, per salutare il solstizio d’estate. Si festeggerà non solo la bella stagione, che mai come questo piovosissimo maggio ci sta facendo sospirare il tanto atteso sole estivo, ma sarà anche occasione per raccogliere un invito a passeggiare all’aperto, godersi un’opportunità per socializzare e, perché no, scoprire altri quartieri per chi vive solo determinati spazi della propria città o fare una gradevole gita fuori porta.

Qual è la storia della Festa della Musica?

Il battesimo della Festa della Musica è datato 21 giugno del 1982 quando, con l'iniziativa ideata dal Ministero della Cultura francese, grazie all’allora Ministro Jack Lang, in tutta la Francia, musicisti dilettanti e professionisti invadono strade, cortili, piazze, giardini, stazioni, musei. Se la mission di partenza dell’iniziativa era rendere la pratica musicale visibile, in realtà, dato il grande successo in escalation ottenuto, la Festa della Musica nel volger di poco si è trasformata in un autentico fenomeno sociale.

E così, dal 1985, Anno Europeo della Musica, la Festa della Musica si svolge annualmente in Europa e nel mondo.

A partire dal 1995, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia sono le città fondatrici dell'Associazione Europea Festa della musica.

Noi italiani ci siamo inseriti in questo contesto della Festa -inaugurata in terra francese-dal 2016, grazie al lavoro fatto dalla AIPFM (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica) ed alla presenza istituzionale del Ministero dei Beni Culturali e turistici, che hanno dato così tale impulso all’iniziativa da determinare l’adesione da parte di più di 280 città, dando vita a una rete distribuita su tutto il territorio nazionale.

Nel Bel Paese l’evento non ha mancato di riverberare il proprio fascino e, in accordo con il Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del turismo, “la Festa della Musica” ha trovato molti estimatori. Il coordinamento è sempre affidato al citato organismo ad hoc, l'AIPFM. Nella nostra Capitale la Festa della Musica dal 1994 al 2015 è stata organizzata dall'omonima Associazione Festa della Musica.

I principi della Festa

La Festa della Musica si sviluppa traendo ispirazione dalla “Carta dei Principi di Budapest” Budapest, 1 novembre 1997, ne riportiamo di seguito i principi:

La Festa della Musica si svolge, ogni anno, il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate.
La Festa della Musica è una celebrazione della musica dal vivo destinata a mettere in valore la molteplicità e la diversità delle pratiche musicali, per tutti i generi di musica.
La Festa della Musica è un appello alla partecipazione spontanea e l’espressione gratuita di tutti i musicisti, professionisti e amatori, solisti e di gruppo, e di tutte le istituzioni musicali.
Tutti i concerti sono gratuiti per il pubblico.
La Festa della Musica è una giornata eccezionale per tutte le musiche e tutti i pubblici. I coorganizzatori si impegnano a promuovere, in questo quadro, la pratica musicale e la musica dal vivo senza fine e spirito lucrativo.
La Festa della Musica è soprattutto una manifestazione all’aperto che si svolge nelle strade, sulle piazze, nei giardini pubblici, nei cortili… Alcuni luoghi al chiuso possono essere ugualmente impiegati ma solamente se praticano la regola dell’accesso gratuito al pubblico. La Festa della Musica è anche l’occasione di investire o di aprire eccezionalmente al pubblico alcuni luoghi che non sono, tradizionalmente, dei luoghi di concerti: musei, ospedali, edifici pubblici ecc.
I coorganizzatori si impegnano a rispettare lo spirito e i principi fondatori della Festa della Musica come annunciati in questa carta.

21 giugno: protagonista internazionale è la musica

Ogni anno, il 21 giugno, che coincide con il solstizio d’estate, in tutte le città si svolgono tantissimi concerti di musica dal vivo. Le piazze e le location più caratteristiche ospitano concerti gratuiti in cui si da risalto al valore del gesto musicale, alla spontaneità, alla curiosità. Alla festa partecipano tutte le musiche: dalla dilettante o professionista, ognuno si può esprimere liberamente, perché nel manifesto dell’iniziativa il dictat è che la Festa della Musica appartiene, prima di tutto, a coloro che la fanno. Approfittando dell’estate questi concerti si tengono principalmente all'aria aperta, con la partecipazione di musicisti di ogni livello e di ogni genere. Nel 2018 le città partecipanti all'evento sono state circa 700.

Per gli artisti che vogliono iscriversi alla Festa della Musica, basta compilare Il Form della Città dove ci si vuole esibire, oppure in alternativa si deve contattare l'organizzazione della città prescelta. La Festa della Musica nasce come una festa per il musicista stesso quindi, gli artisti suonano gratuitamente. Le iscrizioni terminano 15 giorni prima della data d'inizio della Festa della Musica. Una volta iscrittosi, all’artista non resta che portare con sè lo strumento personale con i relativi accessori. Altro impegno per l’artista sarà, prima dell'esibizione, compilare il borderò SIAE (pagamento a carico dell'organizzazione) con tutte le informazioni richieste.

Qual è la storia della Festa della Musica?

Le origini della Festa risalgono al 1982 quando in Francia venne istituita la Fête de la Musique promossa dal Ministero della Cultura condotto da Jack Lang, con questa iniziativa si invitavano tutti i musicisti, professionisti ed amatori a suonare il 21 giugno per le strade delle città. Successivamente la manifestazione si è sviluppata fuori dalle frontiere francesi. In Europa dal 1995 hanno aderito, confederandosi in una associazione europea, le città di Atene, Barcellona, Berlino, Budapest, Bruxelles, Lisbona, Liverpool, Losanna, Madrid, Milano, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia (AN), Lanuvio (RM).

Grande il successo internazionale dell’iniziativa che ha coinvolto, nel volgere di breve tempo, tantissime città. E così all’adesione esponenziale ha corrisposto un ricco moltiplicarsi di diversificazioni nelle esibizioni. Questo fermento ha determinato l'internazionalizzazione della festa che ha richiesto l’istituzione di un coordinamento. Ne è nato l'ADCEP (Association pour le Développement de la Création, Etudes et Projets) che, oltre ad occuparsi della festa della musica in Francia, gestisce anche l’attività di coordinamento europeo in stretto contatto con Bruxelles.

Castel Gandolfo aderirà alla Festa il 21 giugno

E’ proprio in onore di questa annuale Festa della Musica che la Città di Castel Gandolfo ha promosso diverse iniziative culturali che si terranno nel raccolto e delizioso borgo castellano.

Ad ufficializzare l’adesione è il seguente post su facebook: “Quest’anno la Pro Loco di Castel Gandolfo ha deciso di partecipare alla manifestazione internazionale della “Festa della Musica”, che si svolgerà il giorno 21 Giugno 2019 in tutti i paesi europei che vi aderiranno .
Il programma è ancora da definire , per Info rivolgersi al Vicepresidente Lisi Maurizio ( tel. Cell. 3384664863 ) o inviare una email all’indirizzo info@prolococastelgandolfo.it”. C’è grande attesa per assistere al tripudio musicale live che valorizzerà tutti i partecipanti ed il numerosissimo pubblico. Sarà per tutti l’occasione per vivere un’esperienza unica, una celebrazione della musica dal vivo destinata a mettere in valore la molteplicità e la diversità delle pratiche musicali, per tutti i generi di musica.

In questa molteplicità di iniziative di cui la Penisola pullulerà, Castel Gandolfo propone una Mostra Collettiva di Arte Figurativa al Centro Arte di corso della Repubblica 68 che si terrà dal 24 al 30 maggio (con consegna opere fino al 23 maggio, per info tel. 3403316113) ed inoltre anche il Premio "Salva la Tua Lingua Locale", evento giunto alla settima edizione.

Festa internazionale che coinvolge tutta l’Italia, a partire da Roma

Ovviamente, anche la Città Eterna, dopo il successo della scorsa edizione, si prepara all’evento di questo 21 giugno. L’intera città, con i suoi scorci di bellezza straordinaria e la sua spiccata versatilità di museo a cielo aperto, accoglierà artisti, studenti, gruppi musicali, cori, solisti – professionisti ma soprattutto amatori – che, riuniti in questo mega omaggio alla musica, potranno festeggiare l’arrivo dell’estate suonando e cantando nell’intera città. Segnatevi questa data, 21giugno, per uscire di casa e vivere la musica come noi avete mai fatto. 


Alessandra Battaglia