Come dimagrire velocemente | dieta Plank per dimagrire 9 kg in due settimane

https://www.lacicala.org/immagini_news/22-05-2019/come-dimagrire-velocemente--dieta-plank-per-dimagrire-9-kg-in-due-settimane-600.jpg
21/05/2019   07:00

La dieta Plank rientra nella categoria delle diete iperproteiche, in cui si tagliano drasticamente i carboidrati per costringere l’organismo a reperire l’energia nelle scorte di grasso e quindi dimagrire velocemente (fino a 9 kg in due settimane).

Proprio perché si fa a meno di uno dei componenti più importanti della nutrizione questa dieta è stata spesso oggetto di critiche da parte di medici e nutrizionisti, ed anche laddove possa essere applicata se ne proibisce tassativamente il protrarla oltre le due settimane.

Come in tutte le diete iperproteiche si corre il rischio di perdere anche massa magra, e quindi di recuperare il peso perso al termine della dieta se non si fa attenzione a reintrodurre gli alimenti gradualmente e secondo criterio.
È inoltre sconsigliata a chi pratica attività fisica molto intensa, in quanto la carenza di carboidrati potrebbe portare ad una sofferenza muscolare. Va comunque accompagnata ad una leggera attività fisica, preferibilmente a lunghe e non troppo faticose camminate.

Altra nota degna di rilievo è che l’assunzione di grandi quantità di proteine va ad influire sul normale carico di lavoro di organi quali fegato e reni, quindi è assolutamente necessario consultare un medico o un nutrizionista prima di intraprendere questo regime alimentare.

Gli alimenti vietati nella dieta sono gli zuccheri, quindi anche l’alcol, mentre è da limitare olio, sale e condimenti in genere. Si consiglia invece di bere molta acqua.

Vediamo ora, a puro scopo illustrativo, un esempio di menù settimanale:

Lunedì
Colazione: caffè amaro
Pranzo: 2 uova sode e verdura a foglia larga cotta.
Cena: carne rossa alla griglia, insalata mista.

Martedì
Colazione: caffè amaro e pane tostato
Pranzo: carne rossa alla griglia, insalata, frutta fresca
Cena: prosciutto cotto o fesa di tacchino.

Mercoledì
Colazione: caffè amaro e pane tostato
Pranzo: 2 uova sode, insalata con pomodori
Cena: prosciutto cotto o fesa di tacchino, insalata mista.

Giovedì
Colazione: caffè amaro e pane tostato
Pranzo: 1 uovo sodo, carote al vapore, formaggi magri
Cena: 1 yogurt greco, frutta fresca

Venerdì
Colazione: carote cotte sale (poco) e limone, caffè amaro
Pranzo: pesce bianco ai ferri, pomodori
Cena: Carne rossa alla griglia, insalata mista.

Sabato
Colazione: caffè amaro e pane tostato
Pranzo: carne bianca alla piatra
Cena: 2 uova sode e carote al vapore.

Domenica
Colazione: the al limone
Pranzo: carne rossa alla griglia, frutta fresca.
Cena: libera.

Lo stesso schema si ripete nella settimana seguente (e non oltre).

Trattandosi di un’alimentazione sbilanciata e molto restrittiva è necessario consultare un medico o un nutrizionista prima di modificare le proprie abitudini, consiglio che ripetiamo valido per tutte le nostre diete.