Frascati: Franco Zagari la parola ai progetti

https://www.lacicala.org/immagini_news/25-06-2019/frascati-franco-zagari-la-parola-ai-progetti-600.png
20/06/2019   19:15

Una mostra monografica e un colloquio in tre tempi sul progetto di paesaggio

A cura di Fabio Di Carlo, Sarah Amari con la collaborazione di Mariangela Cerone e Francesca Testa

Si è inaugurata ieri, mercoledì 19 giugno 2019, nelle sale espositive delle Scuderie Aldobrandini la mostra monografica Franco Zagari la parola ai progetti. Si tratta di una rassegna dedicata all’attività del grande architetto paesaggista, che approda a Frascati dopo le fortunate edizioni di Barcellona e Venezia (febbraio 2019).

Accompagnata da colloqui di approfondimento, l’esposizione nasce dall’esigenza di riflettere sulla rilevanza non solo culturale, sociale e economica, ma soprattutto politica del progetto di paesaggio. «E’ un pretesto - spiega l’architetto Zagari - per aprire una discussione in un’area di pregio, i cui contesti storici sono tra i più interessanti del paesaggio italiano, con l’intenzione di concorrere alla formazione di una maggiore consapevolezza di una risorsa vitale per il nostro Paese. La città contemporanea, cosiddetta “del terzo millennio”, ha caratteri del tutto nuovi rispetto ai modelli che l’hanno preceduta, per dimensioni e velocità di trasformazione, certamente, ma anche perché richiede azioni tese a stabilire in sistemi di conurbazione ormai saturi, nuovi principi di orientamento e di centralità».

«L’Amministrazione comunale ha accolto con entusiasmo la proposta del professor Zagari - spiega l’Assessore alla Cultura Emanuela Bruni - perché è sempre più necessario un cambiamento di mentalità. In pochi anni sono cambiati tutti i nostri riferimenti e si fa quindi necessaria una riflessione per mettere a fuoco obiettivi, metodi, strumenti adatti al nuovo».

La mostra offre anche l’occasione per una attenta riflessione sullo stato dell’arte del paesaggio italiano e sulle ipotesi di rigenerazione, per preparare la strada a una revisione profonda e per cercare di promuovere un approccio diverso alla progettazione attuativa.

I prossimi confronti teorici, dopo quello che si è svolto ieri a margine dell’inaugurazione, si terranno venerdì 28 giugno nella Sala degli Specchi dalle ore 10 alle 17 e sabato 6 luglio nell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini dalle ore 10 alle ore 17, e daranno vita a forum, workshop, conferenze, interviste con un panel qualificato di oratori, critici, architetti, paesaggisti, agronomi, ingegneri, costruttori, florovivaisti. Tra i relatori ci saranno alcuni protagonisti della progettazione internazionale come Jordi Bellmunt, Jean-Louis Fulcrand e Paolo Bürgi, e istituzioni come l’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, associazioni scientifiche come lo Iasla, professionali come l’Aiapp, culturali come l’Inarch e l’Architetto Bastelli.

Patrocini e Sostegni:
Comune di Frascati, Assessorato alla Cultura; Regione Lazio; OAR, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma; Parco dei Castelli Romani; Biennal Internacional de Paisatge di Barcellona; AIAPP, Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio; IASLA Società Scientifica Italiana di Architettura del Paesaggio; ASB, Associazione Architetto Simonetta Bastelli; ASSIRCCO, Associazione Italiana Recupero Consolidamento Costruzioni; INARCH, Istituto Nazionale di Architettura; INU, Istituto Nazionale di Urbanistica; Photinus; NoWatt Lighting; Leitner Energy.