Mauro Molinari, dipingere coi tessuti

29/09/2017   11:43

“Textures” è una raccolta di opere realizzate che tra il 1990 e il 2006 del pittore e scultore romano ma ormai veliterno d’azione che si svolge presso il Museo Diocesano di Velletri. L’occasione di questa mostra è arrivata grazie al dono di sei sculture lignee che l’artista ha voluto fare al museo. Curata da Sara Bruno e Claudia Zaccagnini, la retrospettiva guarda alla predilezione di Molinari per i tessuti, alla stoffa usata come colore. Come descrive Claudia Zaccagnini: «Attraverso l’indagine sul tessuto, nella sua lunga e prolifica ricerca, Mauro Molinari ha operato una sintesi culturale tra Oriente e Occidente e riportato in vita, con la sua personalissima visione, le trame di una storia antica come il mondo, un intreccio di fili, tra sacro e profano». Di pregio sono le sculture lignee sacre ricoperte di carte dipinte, opere moderne legate a doppio filo alla devozione e alla vita liturgica legata alla città.


Per questo omaggio dell’artista al sacro, in occasione della donazione delle opere, Mons. Vincenzo Apicella ha commentato: «Con grande gioia e riconoscenza abbiamo accolto la decisione dell’artista Mauro Molinari di donare al Museo diocesano di Velletri alcune sue opere, che andranno ad arricchire la collezione permanente di questa importante istituzione culturale. Si tratta di un memorabile ciclo di lavori scultorei, noto anche sotto il nome di Stellae errantes, esposti per la prima volta in occasione del Giubileo del 2000, dedicati ad una delle vesti liturgiche più belle e più cariche di significato simbolico: la pianeta.
Le sei sculture lignee dipinte fanno parte della consolidata storia creativa di Molinari, artista poliedrico, che, in oltre quarant’anni di attività, ha dedicato una buona parte del suo tempo all’interessante ricerca sulla storia dei tessuti di ogni epoca e latitudine. (...) Le opere hanno attraversato, in anni passati, tutta la nostra penisola, ospitate in prestigiosi musei o luoghi sacri, ricevendo grandi consensi dalla critica d’arte ed apprezzamenti positivi dal pubblico che ha potuto ammirarle. (...) Arricchire il patrimonio artistico del Museo diocesano di Velletri con queste pregevoli opere, che esprimono non soltanto una elevata sensibilità estetica ma anche una profondità di contenuti, costituisce un importante evento, che fornisce molti spunti di riflessione per la comunità cittadina e per tutti i visitatori».
L’esposizione sarà aperta al pubblico fino all’8 ottobre presso il Museo Diocesano in Piazza della Repubblica 347, a Velletri.