Roma non lo vuole e allora Velletri inaugura “Viale Luigi Magni”

23/02/2018   10:28

Dopo il “no” capitolino ad onorare la memoria del noto regista con una via della città di Roma, è stata Velletri, paese d’adozione di “Gigi” ad ereditare questo privilegio, ed ora tutto è pronto per scoprire la la targa “Viale Luigi Magni” all’interno di Villa Giannetti.
Un risultato ottenuto grazie alla volontà del sindaco Fausto Servadio che, coadiuvato dal lavoro instancabile degli assessori Luca Masi, Orlando Pocci, Marcello Pontecorvi, Romina Trenta e Sabina ponzo, ha mirato a questo obiettivo, raggiungendolo in tempo per l’inaugurazione ufficiale, che avverrà in occasione della Festa delle Camelie, il 24 e 25 marzo.

Luigi Magni, anzi “Gigi”, come tutti lo chiamavano familiarmente, era molto legato a Velletri e al territorio dei Castelli Romani. Qui aveva girato i suoi ultimi lavori (la Carbonara, con Lucrezia Lante della Rovere e Claudio Amendola, e La Notte di Pasquino, girato in gran parte a Palazzo Chigi di Ariccia), a Velletri lascia l’impronta più forte, testimoniata dall’associazione “Gigi e Lucia Magni” e da quanti hanno lavorato per -->


org/2017/11/16/cinema/nome-papa-compie-anni-velletri-ricorda-luigi-magni-mostra-costumi/473" target="_blank">la mostra permanente sui costumi e gli arredi dei più noti film del regista
romano, In nome del Papa re o Nell’anno del Signore, solo per citare due degli immensi capolavori realizzati da questo regista. Sempre a Velletri è infatti legata la sua storia artistica, il cuore, la nostalgia della moglie costumista Lucia Mirisole Magni e del Circololo La Pallade Veliterna. Ed ora, Gigi Magni, di Roma, professione: regista di capolavori del cinema italiano, abiterà per sempre in un viale di Velletri. 

.