Nuova allerta meteo nel Lazio: obbligo catene a Frascati, scuole chiuse a Castel Gandolfo e in altri comuni

24/02/2018   10:16

Dopo la pioggia battente che ieri ha flagellato l’intera regione, la Protezione Civile ricorda che fino a domani ci saranno ancora precipitazioni sparse a carattere temporalesco, forti raffiche di vento e un’intensa attività elettrica, mentre anticipa il repentino calo delle temperature che si avrà nei prossimi giorni. Nell’area dei Castelli Romani, ad esempio, il termometro scenderà fino a -10 gradi centigradi. Roma sarà ricoperta dalla neve e, perfino alcune zone costiere, saranno schiaffeggiate da un tagliente vento siberiano.
Il Centro Funzionale Regionale della Protezione Civile indica nel dettaglio quali sono le zone a rischio idrogeologico: i bacini costieri a Nord, il Medio Tevere, l’Appennino di Rieti, Roma, la Valle dell’Aniene e il Bacino del Liri.
Essendo prevista la formazione e la persistenza di ghiaccio sulle strade per le prossime 48 ore, dovrà essere adottato un “piano antineve”, che impone l’obbligo di circolare con le catene per gli autoveicoli e l’invito ad adottare un abbigliamento adeguato a fronteggiare le temperature polari.

Attenzione per chi viaggia: si segnalano abbondanti nevicate da ieri e cumuli di neve al confine tra Lazio e Abruzzo. Particolarmente interessata è la strada regionale 509 Forca d'Acero, nel tratto tra il chilometro 9+680 fino al chilometro 11+000. Attivi mezzi spazzaneve e spargisale di Astral.

 
Le scuole di Roma, Palestrina, Grottaferrata, Marino Laziale, Genzano resteranno chiuse fino a martedì 27 febbraio febbraio.

Intanto, anche l’ACEA dirama un comunicato chiedendo agli abitanti dei Castelli Romani e nel prenestino di coprire i contatori esterni per ripararli dalla pioggia e dal gelo.