Marino, Dopo tre anni siamo al punto di partenza

20/03/2019   12:12

Dopo le polemiche dei giorni scorsi (Link all'articolo), si è tenuta ieri 19 marzo la tanto attesa riunione tra il Comitato Spontaneo per le Attività Produttive, il Sindaco Colizza e l’Assessore Santamaita. Sul tavolo tante le proposte, le stesse di tre anni fa, denunciano il Comitato  quando l’Assessore Santamaita dichiarò su un blog (link al post): “Tra le richieste più pressanti raccolte, certamente quella sul miglioramento dell’arredo urbano è stata la più indicata. Ho immediatamente preso in carico questo tema e assieme all’assessore ai lavori pubblici Adolfo Tammaro stiamo procedendo nell’avvio di  un importante progetto di intervento sull’arredo urbano: auspico che a breve ci saranno importanti  miglioramenti. Voglio specificare che gli interventi sono stati concertati dall’Assessorato insieme ai rappresentanti dei commercianti, arrivando a decidere insieme i nuovi arredi e come questi  verranno distribuiti nelle strade. Un lavoro meticoloso e di stretta condivisione che riceverà il contributo anche delle iniziative, anch’esse segnalate dalle Attività Produttive e a cui l’Amministrazione che rappresento ha dato seguito, chiamate “Reti d’Impresa”. “Ci sembra assurdo - aggiunge il Comitato spontaneo per le Attività Produttive - che dopo tre anni siamo al punto di partenza, le proposte che abbiamo presentato oggi sono le stesse di tre anni fa e di questi fantomatici importanti miglioramenti non se ne ha traccia”. Alla riunione il Sindaco esordisce assumendosi tutta la responsabilità delle inadempienze dell’Assessorato affermando di non essere a conoscenza delle problematiche e di aver sottovalutato la questione dando spazio ad altre priorità. Eppure qualche giorno fa, il Sindaco Colizza, direttamente dal suo profilo Facebook, non ha perso tempo a difendere l’operato della Santamaita:” La questione, lo sapete bene, è molto più grande del livello locale e le azioni attuali e future proseguiranno senza sosta per realizzare tutti gli impegni presi con i cittadini, nel frattempo provate a rispettare questa Città e le persone che vi abitano”. A questo punto ci domandiamo - continua il Comitato- se c’è una “manina” che scrive al posto del Sindaco. Alla riunione Colizza ha promesso che comincerà ad attuare le richieste del Comitato spontaneo per le Attività Produttive dando l’appuntamento al prossimo 23 aprile per valutarne i primi risultati. Certo è che dopo tre anni di parole e promesse mancate aleggia un certo scetticismo tra il Comitato:”Abbiamo accolto di buon grado l’apertura del Sindaco, ma resta il fatto che dopo tre anni ci sembra una risposta tardiva”. L’appuntamento dunque è rimandato al prossimo 23 aprile.  
Di seguito pubblichiamo il documento che il Comitato ha presentato ieri al tavolo di concertazione con il Sindaco e l'Assessore alle attività produttive:

"Le seguenti Sigle di Categoria ACCS (Ass/ne Commercianti Centro Storico Marino ) , ACF ( Associazione Commercianti Frazioni , ASSARTIGIANATO Zaccaria Negroni Marino, CONFESERCENTI Marino, COLDIRETTI Marino e CONFCOMMERCIO Marino in sede del suddetto Tavolo di Concertazione Straordinario indetto dalla S.V. in data 19 Marzo 2019 , con il presente Documento chiediamo , come già evidenziato nei precedenti incontri , che si intervenga nell’immediato sui problemi irrisolti del Centro Storico che penalizzano e danneggiano la crescita e lo sviluppo delle Attività Produttive sul centro cittadino.
Abbiamo stilato una serie di proposte che poniamo alla Vs attenzione con lo scopo ultimo di vederle prese in considerazione e soprattutto realizzate in breve tempo.

CENTRO STORICO
1) Decoro Urbano: Locali Commerciali sfitti che vertono in uno stato di abbandono e sporcizia , rimozione delle insegne delle attività commerciali chiuse. In accordo con i proprietari degli immobili sfitti , attraverso azioni di supporto fiscale e sgravio delle tariffe, trovare soluzioni per le ricollocazioni degli immobili attraverso l’apertura di nuove attività commerciali.

Come soluzione immediata per tamponare lo stato di abbandono e renderli decorosi , proponiamo che vengano collocate sulle vetrine e le entrate dei negozi vuoti dei pannelli , una soluzione potrebbe essere attuare un progetto sponsorizzato dal Comune di Marino che si avvalga della collaborazione degli Studenti del Liceo in Artistico Amari-Mercuri e dei proprietari dei locali sfitti con il fine di riqualificare l’estetica del Centro storico .
2) Controlli da parte degli organi competenti in merito al rispetto delle normative riguardanti le attività che espongono merci o alimenti all’esterno delle proprie attività commerciali , su strade e marciapiedi, in violazione alle normative vigenti sugli alimenti e sul decoro urbano.

3) Ripristino delle panchine mancanti o rotte , piantumazione degli alberi secchi o mancanti.


4) Messa a dimora di nuove aiuole in special modo nei punti d’ingresso del Centro Storico ( P.zza San Barnaba, P.zza Matteotti ecc.) , riqualificazione e cura costante di quelle già esistenti e riposizionamento delle fioriere su C.so V.Colonna riutilizzando le fioriere in disuso che sono state rimosse da Via Roma .

5) Parcheggio P.le degli Eroi , si richiede segnaletica stradale visibile posta sulle arterie stradali che portano al Centro Storico.

6) Attivazione delle telecamere di video sorveglianza già presenti sul territorio.

7) Illuminazione stradale, sostituzione delle lampade spente sui lampioni e delle lanterne mancanti sui pali dei lampioni .

8) Controllo e verifica dello stato di decoro e sicurezza del Cantiere della Basilica di San Barnaba . Si richiede inoltre il sollecito della chiusura dei lavori agli organi competenti.

9) Si richiede la sistemazione dell’illuminazione perimetrale della Basilica di San Barnaba , sia quella posta in terra che relativa alla facciata .

10) Riqualificazione delle aree parcheggio in particolar modo abolizione delle strisce Gialle riservate ai residenti, sostituendoli con strisce Bianche per gli stalli di sosta a non pagamento e strisce Blu per gli stalli di sosta a pagamento, per i residenti un permesso che consenta di sostare gratuitamente sulle strisce Blu due ore la mattina e due ore la sera .

 

COLTIVATORI
1) Riqualificazione dei Borghi Storici che permettano la riapertura delle Cantine storiche come locali fruibili al pubblico come ad es. Enoteche, Fraschette, Pub e circoli culturali

2) La Realizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale di un Enoteca nel Centro Storico, che permetta ai Viticoltori , e non solo, presenti sul territorio la promozione e vendita dei loro prodotti , a gestione comunale o in appalto a privati del settore vinicolo.

3) Rivisitare gli eventi riguardo la promozione del Vino come ad es. La Sagra dell’ Uva, La Sagra della Ciambella al Mosto e Calici di Stelle alzandone la qualità ed ampliandoli coinvolgendo l’intero territorio di Marino e non relegandoli a piccoli eventi di quartiere.

 

ARTIGIANATO
1) Una lista riguardante le Imprese certificate e qualificate operanti sul territorio con il presupposto di una collaborazione con l’Amministrazione per quanto riguarda i Lavori Pubblici (rifacimento facciate storiche dei Palazzi pubblici, lavori di rifacimento strade , marciapiedi …) e con soggetti privati per quanto riguarda la ristrutturazione dei locali commerciali ( Rifacimento facciate privati, impianti elettrici, idraulici…) al fine di raggiungere un obiettivo comune di decoro urbano e di rilancio del paese ci mettiamo a disposizione con forme di preventivi gratuite e con un buon margine di percentuale di sconto sulle richieste di operazioni riguardanti esclusivamente il Centro storico.

2) La costituzione di un Ufficio aperto al cittadino preposto come centro informazioni e modulistica per l’invio delle richieste per la partecipazione ai Bandi Europei e Regionali .

3) Studio di fattibilità del Nucleo del Borgo Storico e la creazione di una commissione permanente preposta alla gestione e al controllo dei lavori sia per quanto riguarda lavorazioni per conto di privati e pubblici riguardanti interventi ricadenti sul centro storico , con l’inserimento di personale con esperienza comprovata sia nel pubblico che nel privato tutto questo per garantire un controllo analogo e certificazione di qualità dei lavori .

4) Riadattare parzialmente il Piano del Colore redatto circa 20 anni fa , aggiornarlo ad oggi , renderlo pubblico per poi attingere ai finanziamenti Europei riguardai il sopra descritto

FRAZIONI
Le proposte riguardanti le criticità delle Frazioni di Marino verranno esposte in fase successiva .

A seguito delle nostre proposte , richiediamo che ad un mese da oggi 19 Marzo 2019 , venga indetto un 2°Tavolo di Concertazione Straordinario con il Sindaco Carlo Colizza , per monitorare e visionare l’avanzamento delle nostre richieste .
I Presidenti
ACCS, ACF, ASSARTIGIANATO ZACCARIA NEGRONI MARINO, CONFESERCENTI MARINO, COLDIRETTI MARINO, CONFCOMMERCIO MARINO
Marino, 19 Marzo 2019"

.
Gianni Alfonsi