Albano Laziale - concluso il progetto Albano InSieme 2019, i ringraziamenti

https://www.lacicala.org/immagini_news/13-06-2019/albano-laziale--concluso-il-progetto-albano-insieme-2019-i-ringraziamenti-600.png
12/06/2019   10:15

Si è conclusa domenica 9 giugno la settima edizione del progetto Albano InSieme. È stato un anno molto ricco, durante il quale tantissime associazioni, insieme alle Forze dell'Ordine, hanno incontrato a scuola i bambini e i ragazzi delle nostre scuole.

Albano InSieme... in festa! anche questo anno, malgrado le altissime temperature e la posticipazione dell'evento, è stato un grande successo.

L’Assessore Alessandra Zeppieri, promotrice dell’evento, ha voluto ringraziare chi ha permesso lo svolgimento della manifestazione: «Sono veramente felice perché siamo riusciti a realizzare un progetto che appartiene ad una comunità intera. E questo è stato possibile grazie al lavoro e alla passione di tantissime persone. L'unione fa la forza e Albano InSieme lo dimostra ogni anno. Grazie innanzitutto al Sindaco Nicola Marini, che crede da sempre in questo progetto. Un ringraziamento alle scuole, alle famiglie, a tutte le associazioni, alla Polizia di Stato, all'Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, alle Scuole Centrali Antincendio Vigili del Fuoco, al Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile, alla Croce Rossa Italiana - Comitato Colli Albani, alle Biblioteche comunali.

Un infinito grazie a Tito Gaudio per tutto il supporto dato a me e al progetto in questi mesi e per il lavoro fondamentale, meticoloso e instancabile di domenica. Grazie alla macchina amministrativa del nostro Assessorato: Dott.ssa Mariella Sabadini, Dott.ssa Loredana Di Mambro e Dott.ssa Marta Dori. Un ringraziamento alla Polizia Locale, all'Ufficio Manutenzioni, all' Ufficio Ambiente, all'Ufficio Cultura e, con loro, a tutti gli Uffici del Comune di Albano Laziale e alla Volsca Ambiente e Servizi SpA. Grazie ad Angelo Chiodo per la sua disponibilità che ha consentito a tanti cittadini di visitare i nostri monumenti, guidati dagli studenti e dalle studentesse dell'Istituto di Istruzione Superiore S. Pertini. Per aver supportato l’organizzazione dell’evento durante tutti questi mesi e per l'instancabile lavoro portato avanti durante tutta la giornata di domenica, un ringraziamento a tutto lo staff di Albano InSieme: all’Architetto Roberta De Marco, all'Architetto Elisa Frate, a Cristina Casella, a Federico Trinca, ad Ernesto Gragnola e alla sua squadra, a Marco Orlandi e al suo team, al Consigliere comunale Salvatore Tedone, a Sergio Agliocchi, a Luca Priori, a Federica Pezzi, ad Antonio Tedone, ad Emanuele Baglio, alla Sig.ra Amelia Mosconi. Grazie agli sponsor del Festival: Coresi Srl, Tecno Selciati, Comitato Feste Pavona, ASD Pavona, Pro-Loco Cecchina, Pro-Loco Albano, A.N.A.C.O.M.I. (Associazione Militare Commissariato Militare), Associazione Culturale Gens Albana.

Grazie alla Giuria del concorso “Camminiamo InSieme”: Tito Gaudio, Ferdinando Chiaramonte, Andrea Titti, Nicola Gallo, Edoardo Filippucci, Francesca Guercio, Barbara Zeppi. Un ringraziamento speciale alle ragazze e ai ragazzi del Liceo Classico Ugo Foscolo, dell'Istituto di Istruzione Superiore Sandro Pertini, dell'Istituto Leonardo Murialdo e del Liceo Statale James Joyce, per il sostegno dato ad Albano InSieme. Grazie al Complesso Bandistico "Città di Albano" Cesare Durante per aver accompagnato la sfilata di avvio della manifestazione. Grazie a Patrizio Paganucci, Carlo Andreani, Arnaldo Molinari del Fotoclub Castelli Romani, all'Associazione Fotografica Camera Creativa, con un ringraziamento speciale ad Enrico Quattrini, e grazie anche a Mario Tomassi per aver immortalato, con le loro fotografie, la settima edizione di Albano InSieme... in Festa! Grazie a tutti i cittadini e le cittadine che sono scesi in strada e hanno festeggiato con noi la conclusione del progetto. Infine, un ringraziamento a chi sette anni fa, insieme a me, ha ideato e organizzato il primo “Albano InSieme” rendendolo una realtà: la Vicecomandante del Corpo di Polizia Locale, Maria Luisa De Marco».